Atlantide – Ambientazione

by • 21/11/2012 • Giocatori di Ventura, Roba miaComments (0)1449

Ecco alcune informazioni sull’ambientazione di Atlantide – Gli Eroi e le Imprese, un gioco di ruolo che sto abbozzando e che forse un giorno vedrà la luce. Il setting presentato non ha però delle regole specifiche e può essere usato come fonte di ispirazione per qualsiasi regolamento.

Narrano i Sacerdoti che all’inizio dei tempi le Potenze si fossero divise in sorte il Mondo e si fossero spartite in lotti grandi e piccoli tutte le Terre e le Creature che vi vivevano e che su di esse avessero istituito in proprio onore offerte e sacrifici. A Oceano toccò di regnare su Atlantide.

I Sacerdoti dicono che Egli, nel sorteggio, vinse il premio più grande.

A quel tempo Atlantide era una terra unica posta al di là delle Colonne e su di essa vivevano gli Antichi provenienti dalle Grandi Terre, giuntivi attraverso scogli, isole e guadi naturali.

Oltre le Colonne, tutto quanto era compreso tra le Grandi Terre appariva come un Mare Interno, un Mediterraneo caratterizzato da una stretta entrata. Il Grande Mare, detto anche Mare Esterno o Mare Esteriore, invece, si poteva effettivamente chiamare mare e quelle terre che interamente lo circondavano si potevano davvero chiamare continenti.

Grandi sommovimenti e cambiamenti delle terre e dei mari erano avvenuti all’ultimo Rivolgimento del Mondo e la forma di tutte le terre e i mari era cambiata. Sulle Isole grandi e piccole del Mare Esterno gli Uomini Antichi dell’Età dell’Oro erano venuti e si erano mescolati con gli abitanti del Regno Sommerso, divenendo un popolo nuovo, con il sangue dei Numi nelle vene.

Essi crearono un Regno immenso, costruito nel valore e nella virtù, capace di espandersi su tutte le Rive del Mondo, che comprendeva in sé tutti i Mari e solo le Terre Incognite aveva per confine.

E così, dopo il declino dell’Età dell’Oro, iniziò l’Età d’Argento, quando padroni del Mondo furono queste genti sagge e abili, dal portamento alto e la tempra vigorosa, capaci di scrutare lontano gli orizzonti e di destreggiarsi tra i pericoli di terre e mari inesplorati.

A differenza degli Uomini Antichi e degli Uomini Comuni, Figli della Terra e modellati nel fango, essi sono mescolati anche alla madreperla, che ne fa esseri del tutto nuovi, a metà tra il terreno e il prodigioso, Uomini Alti dalla grande presenza interiore.

Essi hanno un Re che onorano sopra ogni cosa e sono suddivisi in Dieci Casati e altre Famiglie minori e immenso è anche il numero dei Congiunti, coloro che non appartengono a nessun Casato. Accanto a tutti costoro, il Popolo d’Argento, lo splendore di Atlantide ha attirato molti degli Uomini Comuni e perfino dei Colossi, oppure esseri ancora più strani.

La saggezza dei Principi di Atlantide è tale che questi sono sempre accetti, purché accolgano e rispettino le Leggi e si ascrivano ad una delle Caste in cui sono suddivisi tutti i sudditi del Regno.

Dalla Capitale del Mondo, Corinna, posta nell’Isola di Esperia, i velieri e le trireme dei Re di Atlantide solcano tutti i Mari del Mondo in cerca di nuove terre e coste su cui approdare, di regioni da investigare e tesori da raccogliere e deporre ai piedi del successore di Atlante.

Al di fuori di Atlantide stessa, in tutte le pieghe e gli angoli del Mondo vivono esseri misteriosi e si trovano distribuiti portenti straordinari. Tritoni, Telchini e Ondine si spartiscono i Mari e costituiscono il Regno Sommerso, amico e alleato di quello Atlantideo, i Figli della Terra, siano essi Uomini Comuni o Colossi, Giganti e Ninfe, che vivono in caverne, spelonche, foreste e montagne, Zefiri e Bufere, intessuti di aria e vento, corrono e scorrazzano nei Cieli, dalle profondità del sottosuolo e dai condotti fiammeggianti della terra emergono spesso i rossi Cabiri e gli abili Nani, dal misterioso Iperuranio e dal cupo Tartaro provengono Astrazioni e Larve, esseri inumani e spesso subdoli e inquietanti.

 

Atlantide è il Regno del Mare e la maggior parte delle Imprese e delle Leggende dei suoi Eroi si svolgono durante lunghi viaggi di mare su velieri e trireme, l’esplorazione di isole perdute e lontane, la ricerca di misteriosi artefatti e segreti sparsi per le rive di regioni paurose e selvagge.

Le Leggende parlano spesso dei Numi e delle molte misteriose Creature che abitano il Mondo, specie sottoterra e nelle Terre Incognite. Ma i terrori più grandi sono quelli che vivono nel Tartaro, al di sotto del Mondo e quelli del Corteggio di Tifone, il Mostro Finale, la Grande Bestia, l’essere che le Profezie dicono verrà alla Fine dei Giorni a distruggere il Mondo.

E le Profezie non hanno mai sbagliato.

Atlantide – Gli Eroi e le Imprese è un Gioco di Ruolo o forse un Gioco di Avventura che sto cercando di completare da anni, basato sul regolamento d5 system, ovvero le meccaniche di Giocatori di Ventura. L’intero progetto è ancora in lavorazione, ma l’ambientazione è ormai definita nei suoi aspetti generali ed è adesso a disposizione di chiunque volesse darci un’occhiata o magari usarla per proprie avventure.

Quando la sezione Giocatori di Ventura sarà avviata, anche tutto quello che riguarda Atlantide finirà in quella pagina.

Per adesso, ecco Atlantide – Ambientazione dalla sezione Download!

Nel frattempo, ecco anche l’indice degli articoli sull’Ambientazione Isola Misteriosa e quello sul Regolamento Giocatori di Ventura.

Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *