Arriva Brancalonia – il setting Spaghetti Fantasy per Dungeons & Dragons!

by • 11/02/2020 • Acheron Books, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, Dungeons&Dragons, News, Roba miaComments (2)685

Brancalonia è il Campaign Setting tutto italiano per Dungeons & Dragons 5a Edizione, realizzato da Acheron Books con Ignoranza Eroica e altri amici!

Signore e signori, dame e messeri, capitane di ventura e guiscardi senza gloria, sono lieto di annunciare il prossimo lancio di Brancalonia – il gioco di ruolo Spaghetti Fantasy di Zappa e Spada (per chi parla inglese, sarà The Spaghetti Fantasy Role-playing Game)!

Caponata Meccanica è partner ufficiale del progetto, essendo che qui tutto è ovviamente un magna magna. Anzi, come dice il proverbio: “D’Oltremonte o d’Altomagna, tutto va purché se magna…”

Bando alle ciance e…

Benvenuti in Brancalonia!

“Fratelli di Taglia, la Taglia è modesta…”

Entrate nel Regno di Taglia, una terra piena di insidie e possibilità di guadagno, nel più incredibile e cialtronesco gioco di ruolo all’italiana a cui abbiate mai partecipato!

Create la vostra Cricca di Canaglie, arruolatevi in una Banda, fatevi assegnare qualche Lavoretto ben pagato, andate a menare un po’ le mani in giro e a rifilare qualche coltellata a chi di dovere.

Quando avrete racimolato un bel gruzzolo e scalato un po’ i ranghi della vostra compagnia, sarete pronti a tentare la fortuna, per quell’ultimo Colpaccio che potrebbe farvi chiudere in bellezza…

Dopotutto, cosa potrebbe andare storto?

Lo “Spaghetti Fantasy” di Zappa e Spada e il “Fantasy di Menare” di Ignoranza Eroica, uniscono le forze per Brancalonia, ambientazione e campaign setting per la 5a Edizione del gioco di ruolo più celebre e giocato di tutti i tempi.

Brancalonia è l’ambientazione tutta italiana per la Open Game License della 5a Edizione. Questo mondo fantastico, fiabesco, cialtrone e picaresco è una versione “alla rovescia” dell’Italia Medievale, che cita, raccoglie e mescola insieme contributi di narrativa contemporanea italiana e rimandi a cento e passa opere della tradizione fantasy nostrana, della cultura pop e dell’immaginario collettivo:

– Il folklore e la favolistica italiani, da Le Piacevoli Notti di Straparola al Cunto de li cunti, dal Pinocchio di Collodi alle raccolte di Pitrè e Calvino.

La tradizione cavalleresca e cortese, dai cantari medievali ai poemi epici rinascimentali.

I film in costume del nostro cinema, dall’Armata Brancaleone a Il mestiere delle armi, da L’Arcidiavolo ad Attila Flagello di Dio.

Il fantastico novecentesco di scrittori come Pederiali, Eco, Buzzati e Calvino.

 

Quattro passi nel Regno

“Il Regno di Taglia è solo un’espressione geografica”
Clemente Pomponio, Cancelliere d’Altomagna

Le avventure delle Canaglie di Brancalonia si svolgono nel “Regno” e quanto stabilito dal Cancelliere dell’Imperatore d’Altomagna è dopotutto vero: quello che alcuni chiamano “Regno di Taglia” non è altro che un possedimento secondario dell’Impero, ceduto come beneficio vassallatico alla Regina Menalda di Catozza cento anni fa e mai più recuperato, anche dopo che la linea dinastica di Menalda si fu sfaldata tra intrighi, complotti e una dozzina di pretendenti.

La taglia in questione era quella sulla testa di Buemondo il Grosso di Aurocastro, che dal fondo del “malo stivale” aveva messo in piedi una confederazione di banditi, signorotti e briganti che imperversava dal Regno delle Due Scille al Falcamonte, assaltando ogni armata imperiale e rifiutando di versare tasse, decime e tributi. In cambio della testa di Buemondo, pesata si dice quaranta ponderi, Menalda ottenne la reggenza del paese per conto dello Imperatore e da allora, trascorso un secolo, tutta la penisola è di fatto fuori dal controllo altomagno… né vi è alcuno interessato a riconquistarla.

Attualmente spersa la Corona di Ferro di Menalda e indecisa l’araldica sulla successione, il Regno è suddiviso in oltre una dozzina di regioni indipendenti, a loro volta frammentate in potentati locali, feudi, contee, borghi, marche, ducati, baronie, alleanze, cavalierati, campanili e leghe commerciali, il tutto senza considerare gli indistinti confini tra i domini e le terre di nessuno tutt’intorno…

Ciascuna di queste regioni può essere teatro di Lavoretti e situazioni dalle atmosfere molto specifiche, data l’ampia varietà di temi e toni che si possono utilizzare giocando a Brancalonia.

Brancalonia sarà lanciato con Kickstarter tra un mese!

La campagna di crowdfunding sarà realizzata in italiano e in inglese, avrà inizio il prossimo 23 marzo, proseguirà durante Play – Festival del gioco di Modena e si concluderà il 12 aprile. A Play sarà possibile giocare a Brancalonia, incontrare i nostri autori e artisti, e sfogliare e acquistare il nostro Quickstart Set.

Nel frattempo, dall’1 marzo, rilasceremo in versione PDF lo stesso Quickstart Set gratuitamente in anteprima a tutti gli interessati, e saremo a disposizione per far giocare e creare eventi ufficiali insieme ad associazioni, negozi, ludoteche e ludopub.

Il Quickstart Set contiene una presentazione generale del gioco e dell’ambientazione, sei personaggi pregenerati, la mappa di Brancalonia e l’avventura lunga “Il Tesoro del Bigatto”.

Potete prenotarlo gratuitamente già da ora cliccando QUI!

Il Manuale Base di Brancalonia conterrà invece maggiori dettagli sull’ambientazione, nuove regole, nuove sottoclassi, varianti di classe e razze giocabili, e una campagna di gioco originale.

Brancalonia e Zappa e Spada sono una creazione di Mauro Longo, Davide Mana e Samuel Marolla, con il contributo fondamentale di Masa Facchini e di tutti gli autori delle antologie già pubblicate da Acheron Books.

Il Regno di Taglia, i Fratelli di Taglia e la Penumbria sono una creazione di Jack Sensolini e Luca Mazza (Ignoranza Eroica).

Borgo Stricchiano è una creazione di Federico Guerri.

Collaborano al progetto come concept artist e illustratori: Lorenzo Nuti e Fabio Porfidia.

La campagna di lancio e finanziamento del gioco è realizzata in collaborazione con Officina Meningi e Ludiblood.

Iscrivetevi al gruppo Facebook di Brancalonia per rimanere aggiornati su ogni novità e anticipazione!

Pin It

Related Posts

2 Responses to Arriva Brancalonia – il setting Spaghetti Fantasy per Dungeons & Dragons!

  1. Lo ammetto, non ho mai giocato a D&D, ma questo GDR mi intriga parecchio. Sarà che amo l’ambientazione medievale italiana. Quindi complimenti a te e a tutti gli altri sviluppatori.
    Può essere adatto anche a chi non ha esperienza con D&D? E (parlando da completo ignorante, non me ne vogliate) quale dovrebbe essere il numero minimo di giocatori?
    Grazie.

  2. Sandokan says:

    Volevo solo dire una parola magica: “Budspencer, Spencerbud.”
    Fatto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *