Guerrieri della Strada – Il Gioco di Avventura

by • 24/06/2011 • Dal LibroGame al Gioco di RuoloComments (3)2707

Viaggio Disperato – Primo numero della collana Guerrieri della Strada

In un articolo apparso su DM Magazine si ragionava su come trasformare i Librogame in Giochi di Avventura. Dopo aver esaminato vari casi, ecco l’articolo relativo alla serie Guerrieri della Strada, ambientata negli USA dopo una catastrofe nucleare ed esempio ben riuscito di fantascienza post-apocalittica.

Dalla recensione di Guerrieri della Strada di Librogame’s Land: La serie nasce come idea di Joe Dever, autore tra l’altro di Lupo Solitario e Oberon, ed è forse una delle serie più riuscite e interessanti della collana dei librogame E ELLE.
L’autore, dà vita a Mark Phoenix, guida e difensore del Dallas 1, un gruppo di sopravvissuti in un futuro post atomico. Mark, rimasto per otto anni bloccato sottoterra con i suoi zii , riesce a ritornare in superficie e a mettersi in contatto radio con un altro gruppetto di superstiti, con cui tenterà poi di arrivare in California, unica zona dove si possa ancora sperare in un futuro migliore. Grazie alla sua abilita di guida e alla mira infallibile Mark riuscirà a prendere presto l’ammirazione di tutti, venendo poi soprannominato “Guerriero della Strada”.
Nella sua travagliata avventura Mark conosce anche Kate, ragazza sfuggita alle bande di razziatori, per cui proverà sempre più interesse, ma il viaggio è lungo e pieno di insidie e il caldo insopportabile e le numerose bande di desperados che girano nella zona non facilitano di certo la situazione, costringendo spesso Mark e gli altri a intensi scontri a fuoco.

La copertina americana del primo volume di Freeway Fighter – Nonostante la bellezza di quella italiana, la copertina USA rende meglio l’idea del tono dell’ambientazione e delle imprese da compiere


Anche questa serie, come quella di Oberon, basa i propri pregi e difetti su quelli di Lupo Solitario, seppure abbiamo adesso un regolamento molto più intrigante e complesso. È importante rilevare subito che le quattro avventure sono serratamente collegate tra loro in una trama romanzesca dal percorso molto rigido. Nonostante ci siano sempre delle varianti contemplate lungo la trama, il Narratore avrà il durissimo compito di trattenere i giocatori sulla linea narrativa principale, evitando che essi decidano, per esempio, di raggiungere le Hawaii invece della California. Se il Narratore dovesse riuscire in questa impresa e nel gestire i personaggi e la trama, questi quattro volumetti rappresentano certamente una bella scoperta e una mini-campagna davvero gradevole.

Altro che mappe delle Montagne Nebbiose! Guerrieri della Strada usa una vera mappa stradale con relative isoipse per farci immedesimare nella storia.

Come in Lupo Solitario e Oberon, i personaggi si distinguono per i valori di Combattività e Resistenza, ma adesso a questi valori sono state aggiunte 5 Abilità: Agilità, Guida, Mira, Orientamento e Intelligenza, che funzionano a punti (alla creazione del Personaggio vi si possono distribuire 19 punti). I Combattimenti corpo a corpo avvengono come in Lupo Solitario: il confronto tra la Combattività dei due Combattenti in mischia determina una colonna della Tabella del Destino e il risultato di 1d10 ne rappresenterà la riga. Per ogni scontro così effettuato, l’incrocio di riga e colonna determinerà i danni che simultaneamente i due avversari si infliggono.

Il classico bandito del futuro: capelli a spuntoni, intelligenza scimmiesca e forza belluina

Tutte le altre prove avverranno invece con il lancio di 1d10, a cui andrà sommato di volta in volta il valore dell’Abilità in questione. Per esempio, guidare la propria dune buggy corazzata, mentre un predone sta cercando di mandarci fuoristrada necessiterà di una Prova di Guida: bisogna lanciare 1d10 e sommare il valore di Guida per raggiungere il punteggio della soglia necessaria (diciamo 10). Se si ottiene 10 o più la Prova è superata, altrimenti…


Tutte le abilità elencate sono utili in un mondo naufragato ormai nella desertificazione nucleare: in particolare, la Mira serve a sparare e questo introduce all’uso delle Armi da fuoco, presenti e diversificate tra loro per determinare un certo uso strategico della propria potenza di fuoco. Bisogna ogni volta scegliere con oculatezza quale portarsi dietro e cercare di gestire al meglio le proprie munizioni, sempre contate e difficili da reperire. 

La parte della Scheda destinata alle munizioni – nulla va lasciato al caso!

Oltre ad armi da fuoco e munizioni, tutto l’Equipaggiamento va gestito in maniera necessariamente oculata e tattica: benzina, razioni di cibo, medikit, acqua non contaminata e tutta una serie di Oggetti indispensabili (come seghe, fiammiferi, torce, granate, binocoli, bussole, radiotrasmittenti, corde, segnalatori geyger e razzi di segnalazione) vanno scelti oculatamente e suddivisi tra i personaggi, dato che il numero di Oggetti trasportati con sé può determinare dei malus ed è limitato.

Diverse sono le trovate interessanti della serie. Durante le vicende che i Personaggi possono affrontare (seguendo la trama dei libri), sarà possibile scontrarsi contro ogni sorta di banditi, predoni, motociclisti, assassini, sopravvissuti e psicopatici, affrontare i problemi delle radiazioni e quello dei contaminati, penetrare in città distrutte o in basi militari, venire attaccati da disperati, cani rabbiosi o rinnegati di ogni genere, lottare ogni giorno per spostarsi lungo la strada, cercando tutti i rifornimenti necessari ed evitando insidie e trappole varie, superando le difficoltà insite in una trama serrata, l’esperienza di gioco è molto gradevole.

Un altro bandito che si può incontrare lungo la strada – chiaramente Mel Gibson coi capelli lunghi…

Alla fine dei conti, una serie ricca di trovate, con un buon regolamento già pronto e facilmente adatto a più Giocatori, con una trama serrata e tante situazioni e incontri interessanti. Inoltre, si tratta di uno dei pochi prodotti italiani che sfrutta l’ambientazione post-apocalittica e l’immaginario di film e romanzi alla Mad Max.

Decisamente consigliata per realizzare un divertente ed efficace Gioco di Avventura.

Mad Dog Michigan – Arcinemico della serie, antagonista ricorrente e nemesi del protagonista

.
La serie Guerrieri della Strada su Amazon.it
Pin It

Related Posts

3 Responses to Guerrieri della Strada – Il Gioco di Avventura

  1. ursha says:

    Il fatto che le abilità si configurino come vere e proprie skill sicuramente aiuta a rendere più vari i personaggi, che non nella serie lupo solitario.

  2. maurolongo says:

    assolutamente sì.
    anche in Lupo solitario il sistema delle “abilità ramas” non è male, ma effettivamente se sono troppo poche e ognuno parte padroneggiandone 4, il sistema può risultare un pò scarso per il gioco di gruppo…

  3. ursha says:

    Secondo me il difetto vero è che sono abilità si/no. Se cel’ho bene, se non ce l’ho non faccio niente. Con le abilità de I Guerrieri della Strada invece anche se due giocatori hanno le stesse abilità, potrebbero avere gradi di bravura diversi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *