I “Corti” di LibroGame’s Land – 5a Edizione “Lupo Solitario”

by • 20/03/2013 • I Corti di LGL, Lupo Solitario, News, RaccontiComments (0)1581

Immagine22

Come ogni anno arriva anche per il 2013 il concorso dedicato alla narrativa interattiva, ovvero raccontigame, librogame brevi, storie a bivi alla “Scegli la tua avventura” e solo adventure: “I Corti” di Librogame’s Land, arrivato ormai alla sua Quinta Edizione!

Scrivete il vostro librogame (breve) in 40 paragrafi, ambientato nel mondo di Lupo Solitario, concorrete con gli altri partecipanti, votate i racconti in concorso e infine incrociate le dita perché il vincitore verrà premiato a Lucca Comics & Games 2013, presumibilmente (come già capitato) dalla mano dello stesso Joe Dever!

La partecipazione è assolutamente gratuita e c’è tempo fino al 30 Aprile per inviare il vostro “Corto” alla giuria di Librogame’s Land! Ecco alcuni dei dettagli più importanti:

Cattura3

Tema e ambientazione

1. Il tema di questa edizione è l’ambientazione Magnamund. I racconti partecipanti saranno ambientanti all’interno dell’universo di Lupo Solitario e degli altri personaggi creati da Joe Dever. La storia non dovrà andare in contrasto con gli eventi già narrati nella serie di librogame. Per approfondimenti al riguardo, i partecipanti potranno consultare la documentazione nella sezione Download del sito. Consigliabile in modo particolare il Magnamund Companion.

Sarà possibile anche variare l’arco temporale nel quale accadono gli eventi narrati. È logico aspettarsi però, una valutazione più bassa se il racconto è ambientato 10.000 anni prima o dopo le vicende della linea narrativa principale, poiché in quel caso il Magnamund che si andrebbe a raccontare sarebbe potenzialmente un altro mondo e minori sono gli strumenti di valutazione.

Sarà possibile introdurre nuovi elementi, luoghi e/o personaggi nella storia purché non vadano in palese contraddizione con vicende già narrate in altri volumi della serie. La giuria farà riferimento soltanto ai volumi pubblicati dalla EL per facilitare il compito a più persone possibile.

Sarà tenuto conto sia in sede di ammissione al concorso sia in sede di valutazione della coerenza dell’ambientazione creata con quella preesistente.

Consegna dei lavori

2. I racconti devono essere inviati al coordinatore del concorso, all’indirizzo corti@librogame.net entro la mezzanotte del 30 aprile 2013. L’inoltro sarà seguito da conferma di ricezione dell’opera e il coordinatore manterrà, anche con gli altri giudici, l’assoluto riserbo sull’identità degli scrittori. Con la consegna degli elaborati, l’autore acconsente, liberamente e senza riserve, che i suoi racconti vengano inclusi nella raccolta “Il Libro dei Corti che sarà resa disponibile al pubblico gratuitamente.

Partecipazione al concorso 

3. Può partecipare chiunque sia iscritto alla community alla data di scadenza del bando, con un solo racconto per partecipante. Nel caso venga presentato un racconto scritto da più partecipanti costituisce univocità il gruppo di autori e non la somma dei singoli autori, pertanto è possibile partecipare al concorso sia con un racconto scritto da soli sia con uno scritto con altri autori.

4. I racconti devono essere originali, senza passaggi copiati e incollati provenienti da terze parti o dalle opere di Dever. Sono tuttavia consentite ‘citazioni’ purché chiaramente riconoscibili come tali. Il confine tra citazione e plagio sarà valutato a insindacabile giudizio della giuria.

5. I racconti, scritti con carattere “Times New Roman” corpo 10 e interlinea singola, possono essere lunghi al massimo 18 pagine in formato A4 e avere un massimo complessivo di 40 paragrafi di gioco. I racconti possono essere presentati come file DOC o RTF. I margini devono essere di 1,5 centimetri per lato. Altri formati accettati sono docx e odt.

Leggi il Bando completo e la discussione relativa su Librogame’s Land!

Articoli su Lupo Solitario

I “Corti” delle edizioni passate

La Trappola (vincitore della prima edizione)

La Luna degli Assassini (terza edizione)

Pin It

Related Posts

0 Responses to I “Corti” di LibroGame’s Land – 5a Edizione “Lupo Solitario”

  1. ursha says:

    Lupo solitario è un grande classico in temrini di Librogame.

    Sono indeciso se quest’iniziativa sia un doveroso tributo alle origni e una possobilità di creare una reinvenzione del passato o un esempio di scarsa orignalità aka “il nuovo che avanza”

    • maurolongo says:

      Era chiaro che LS è ancora il filone più seguito, sul forum e fuori, del concetto di Librogame. Dever ancora bazzica ogni anno Lucca, c’è in corso il progetto delle mappe e quello del videogame, i romanzi sono ancora in circolazione e così molti librogame, rieditati da poco in italiano e inglese. Per non parlare di project aon e delle versioni app e digitali dei libri… A questo punto, dopo 4 edizioni, varare un concorso fan fiction sul personaggio piu celebre della storia dei librigame può essere una buona idea, tanto per cambiare…
      Però questa è solo la mia interpretazione, in realtà non ho nulla a che vedere con la stesura del bando…

  2. ursha says:

    Non era per essere critico (forse un pochino) e sgrammaticato (quello molto vista la quantità industriale di errori di ortografia che sono riuscito ad infilare in un solo commento) e so che tu non hai parte nel decidere l’argomento e come me hai solo riportato la notizia per cercare di darne diffusione e quando ne ho parlato ho ritenuto opportuno anche esprimere anche un mio punto di vista sull’argomento trattato.

    Sono disposto d ammettere che in parte sono diventato un po’ scettico di fronte ad un genere che mi è piaciuto molto durante le medie e le superiori e ritengo mi abbia dato molto nella mia passione di giocatore di ruolo, ma che da dieci anni ormai ho completamente abbandonato.

    Lupo solitario è sicuramente una pietra miliare oltre che una delle serie più longeve assieme a Fighting Fantasy. I secondo però in Italia ha avuto una diffusione minore.
    Mi pare però dalla discussione che ho letto su libro game.net di non essere l’unico ad essersi posto la domanda: “era doveroso dare tributo ad un classico o si poteva scegliere un argomento totalmente scevro da ciò che si era già scritto prima?”

    • maurolongo says:

      Capisco benissimo il tuo punto di vista, hai fatto bene a evidenziarlo e hai anche una buona percentuale di ragione…
      Però, come partecipante ti dico che l’eccitazione che ho quest’anno e le idee che mi frullano in mente non hanno eguali con gli anni passati… Mi sembra tutto più coinvolgente e finalmente parliamo tutti di uno stesso universo condiviso… molto stimolante…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *