Il Ritorno di Fighting Fantasy – 2

by • 09/08/2011 • Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, Fighting Fantasy, Roba miaComments (0)1432

Presentazione dei tre prodotti AFF 2 della Arion Games

Dall’articolo apparso sull’ultimo numero di DM Magazine, una recensione completa (a puntate) di Advanced Fighting Fantasy 2 della Arion Games. QUI l’Introduzione.
2. L’Edizione

Partiamo con il dire che l’unico volume con contenuti nuovi e una rielaborazione del materiale originario è il “core”, ovvero Advanced Fighting Fantasy – The Roleplaying Game, che porta quindi il nome del “vero” autore, Graham Bottley, assieme alla doverosa citazione di Jackson e Livingstone.

Sfogliando il volume, si nota facilmente come in terza pagina i tre nomi siano accostati e il gioco venga chiamato Advanced Fighting Fantasy – Seconda Edizione. Da nessuna parte si fa però cenno a Marc Gascoigne e Pete Tamlyn, che furono i veri estensori dei manuali originali.

Graham Bottley (sinistra) assieme a Jonathan Green (destra): autori rispettivamente del reboot del manuale base e di molti ottimi gamebook Fighting Fantasy

Il regolamento riscritto da Graham Bottley riprende la maggior parte del materiale regolistico dei tre volumi complessivi della prima edizione (Dungeoneer, Blacksand e Allansia), tralasciandone però le avventure.

Il volume ha circa 170 pagine b/n e copertina morbida a colori che riprende la vecchia immagine di Dungeoneer. Il formato è A4, il che significa che è grande più del doppio dei librogame e dei volumetti della prima edizione, anche se ognuno dei 3 manuali originari possiede circa il doppio delle pagine.

Molte delle immagini dell’edizione precedente sono state riutilizzate, anche se l’effetto di stampa è abbastanza brutto per via dell’utilizzo della scala di grigio su immagini (già non sempre eccezionali) stampate originariamente in bianco e nero.

Accanto a questa Seconda Edizione sono stati ristampati anche i volumi Titan e Out of the Pit, rispettivamente il manuale di ambientazione e il bestiario del gioco. In entrambi i casi si tratta di vera e propria copia anastatica e non c’è nessuna differenza rispetto all’originale, se non le dimensioni e la scarsa qualità delle immagini riproposte. In entrambi i casi, la firma in copertina torna a essere quella di Marc Gascoigne (assieme ai due soliti Jackson e Livingstone, “angeli custodi” del marchio).

Marc Gascoigne, l’estensore del gioco originario

Poiché l’unico volume con un contenuto originale è il manuale base, le varie modifiche di regolamento che riguardano il bestiario sono state riportate in esso e non nella ristampa di Out of the Pit. Titan è invece completamente privo di meccaniche di gioco, mostri o avventure e può quindi essere preso del tutto così com’è, come semplice ristampa dell’originale in un altro formato.

Visto che ci siamo già occupati in passato di Titan e Out of the Pit e che non vi sono in questi due manuali modifiche di rilievo rispetto agli originali, questa recensione riguarderà essenzialmente il nuovo manuale base, specie nelle sue differenze con l’edizione precedente.

Ecco i link per acquistare Fighting Fantasy su Amazon.it (per cominciare):

Per la nuova edizione del gioco di ruolo (AFF 2)

Advanced Fighting Fantasy – Manuale Base (in inglese)

Crown of Kings (campagna basata sulla serie Sortilegio!)

Titan (manuale d’ambientazione ristampato)

Per il gioco di ruolo originario

Dungeoneers

Blacksand!

Titan

Allansia

Out of the Pit

Riddling Reaver

Tra i librogame originari (in inglese)

Warlock of Firetop Mountain

Forest of Doom

Deathtrap Dungeon

Citadel of Chaos

City of Thieves

Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.