Le Recensioni di Caponata Meccanica

by • 10/09/2012 • Consigli per gli acquisti, Racconti, Recensioni, Roba mia, Romanzi, SaggiComments (0)1457

Caponata Meccanica è anche un blog di recensioni su film e libri. Dopo il rilancio del blog di qualche giorno fa ecco un occhio gettato sulla sezione Recensioni, con i link agli articoli relativi e una spiegazione dei criteri di valutazione utilizzati.

Il punto di vista delle recensioni di Caponata Meccanica non è quello di un critico o di un tecnico, ma quello di un fruitore, con diverse migliaia di libri, fumetti, episodi e film visti o letti negli ultimi venti anni. Pubblicazioni e pellicole trattate sono soprattutto di genere fantastico, fantascientifico, horror, azione e fantasy e lo scopo è quello di aiutare altri curiosi e appassionati a decidere che film vedere la sera o che libro leggere la prossima settimana. Il modello del film da vedere è quello da divano, birra e patate fritte, il modello del libro è quello da seduta di lettura da 15 minuti, al mattino, prima di uscire di casa.

Opinione pacata, motivata e aperta e sempre personale. Anche quando si usa un discorso impersonale, come in queste righe.

Non è facile trovare tra le recensioni opere classiche in senso assoluto né tanto innovative da essere incomprensibili. I film e i libri più vecchi o complessi sono da studiare e conoscere, ma non sono adatti per passare una serata di birra e rutto libero o una bella sessione di lettura in bagno, che sono sempre l’obiettivo di queste recensioni (ammettiamolo!). Ci sono invece soprattutto opere recensite poco o da nessuno o in maniera alternativa a come appare qui. Che senso ha dire una cosa che altri hanno già detto?

Non si prevedono neanche molte chiacchiere su regia, sceneggiatura, scrittura, tecniche, stile e altri concetti troppo complicati, ma piuttosto i criteri fissi di valutazione sono i seguenti:

  • Di cosa si tratta: è un libro o un film? Chi l’ha fatto? Dove si può trovare?
  • Cosa succede: trama principale. Spoiler a profusione. Niente questioni di stile, ma solo quello che succede nella storia.
  • Grezzezza: il valore di trucidità di un film/libro. Si tratta di un noioso e raffinato affresco emotivo sulla vita della borghesia francese degli anni ’70 oppure una storia di zombi, cyborg e motoseghe?
  • Nerdismo: il tasso di nerdismo misura il livello di citazioni da altri film, libri, icone pop e immaginario collettivo.
  • Figaggine: quanto è “cool” il libro/film. Forse val la pena di leggerlo/vederlo perchè ce ne si può fare belli in giro o intesservi sopra complesse discussioni da intellettuali o raffinati estimatori d’arte.
  • La Chicca: l’episodio più figo/grezzo del film/libro, quello che gli da un senso in poche parole/immagini.
  • La Fesseria: beh, la cosa che proprio se la potevano risparmiare…
  • Giudizio complessivo: Quanto vale in fin dei conti il film/libro.

Ed ecco quindi le recensioni realizzate finora:

Libri, saggi, romanzi, racconti
Antologia della Letteratura Fantastica (a cura di J. L. Borges et alii)
Apocalisse Z (saga)
Cronache del Fantastico, di Gianfranco De Turris
Il sangue è randagio
I Pirati dell’Oceano Rosso
La Regina dei Pirati di Atlantide
Racconti di Alessandro Forlani
Teoria dell’Orrore di H. P. Lovecraft
Ucronie Impure
Vampiri – la narrativa fondamentale
Vampiri – la saggistica fondamentale
k
Film
Age of the Dragons
Attack the Block
Exit Humanity
Juan of the Dead
La Cosa (2011)
The cabin in the woods – Quella casa nel bosco
Twixt – di Francis Ford Coppola
k
Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *