Libri di Tolkien – quali edizioni scegliere?

by • 22/03/2013 • Consigli per gli acquisti, Racconti, Romanzi, SaggiComments (10)31257

libri di tolkien

I libri di Tolkien più famosi – Lo Hobbit, Il Signore degli Anelli e Il Silmarillion: ecco una guida all’acquisto delle migliori edizioni italiane!

JRR Tolkien non é autore che necessiti di presentazione. Suoi sono i capolavori fondanti del genere fantasy, che ancora oggi costituiscono il fusto principale (non la radice, comunque) di questo genere di narrativa. Il bellissimo gioco di ruolo della Cubicle 7, L’Unico Anello, assieme al rilancio cinematografico con i film de Lo Hobbit, mi hanno riportato la mente alla libreria dove custodisco come tesori i libri della “serie” dedicata alla Terra di Mezzo.

libri di tolkienCentinaia le edizioni in tutte le lingue de Il Signore degli Anelli, Lo Hobbit e Silmarillion, decine quelle in italiano. Tra tutte quelle più belle e rinomate, spicca ad esempio la versione scritta a mano in unica copia dall’artista ungherese Istvan Hari, pressoché inestimabile.

A parte questo caso unico, i libri di Tolkien hanno avuto nel nostro paese diverse versioni con differenti copertine e rilegature, varie traduzioni (più o meno corrette), presenza o meno di annotazioni, commenti, illustrazioni e ogni altra forma di contenuto finalizzato ad “arricchire” l’oggetto-libro in quanto tale.

Escludendo quindi Lettere, Saggistica e opere non ambientate in quel Mondo Secondario tanto amato, ecco quelle edizioni che mi sento personalmente di consigliare al lettore italiano che voglia scegliere i tomi più belli e ricchi, nelle edizioni migliori e inoltre facilmente recuperabili nelle librerie fisiche e online. Come sempre inserisco i link che dirigono su Amazon.it, visto che su questo negozio online si trova pressoché ogni edizione in circolazione, a prezzi in genere scontati del 15-25%.

Libri di Tolkien (aggiornato a Settembre 2016)

Lo Hobbit

KGrHqIOKnEE6GQl7Y00BOqD_h4FZ_60_12La migliore versione italiana rimane secondo me Lo Hobbit annotato e rilegato della Bompiani. Le annotazioni sono di Douglas Anderson, mentre il testo è stato ben riveduto e corretto con una traduzione nuova e coerente con la nuova versione del Signore degli Anelli. A parte commenti, curiosità e annotazioni su pressoché qualsiasi cosa riguardi questo libro (spesso mutuate dalla Storia della Terra di Mezzo), ci sono inoltre decine di illustrazioni delle varie edizioni nei paesi e nelle lingue più disparate,  assieme a disegni e mappe originali di Tolkien. Ci sono inoltre numerosi raffronti con la versione originaria de Lo Hobbit, quella riveduta e corretta successivamente dallo stesso Tolkien per adattare la trama al Signore degli Anelli.

Un altro motivo per scegliere questa edizione è quello che essa è coerente per formato e qualità alle due consigliate più avanti, Il Signore degli Anelli illustrato da Alan Lee e Il Silmarillion illustrato da Ted Nasmith.

230192_463948346981086_512611345_nSeconda scelta, o, meglio ancora, scelta alternativa a quella sopra, è Lo Hobbit rilegato, illustrato da Alan Lee e pubblicato nel 2012 da Bompiani.

Questa versione include appunto disegni, in bianco e nero e a colori, del grandissimo illustratore tolkieniano Alan Lee, ma anche una traduzione diversa da quella del titolo indicato sopra.

La nuova versione è stata realizzata con la supervisione della Società Tolkieniana Italiana ed è quindi la migliore attualmente in circolazione, sebbene a questo punto non sia più esattamente omologata a quella del Signore degli Anelli.

History_Hob_One_VolumeIn inglese: per evitare questi problemi di traduzione, senz’altro le versioni originali dei due libri elencati sopra: The Illustrated Hobbit e The Annotated Hobbit. In aggiunta a questi, il must have per i lettori anglofoni é certamente The History of the Hobbit nella versione in un unico volume. Si trattava originariamente di un boxed set realizzato per i 70 anni de Lo Hobbit e coerente nell’attuale formato con i tre volumi de La Storia della Terra di Mezzo. Questa prestigiosa versione prevede tutte le ultime correzioni del testo, un’introduzione di Christopher Tolkien, disegni e illustrazioni di JRR Tolkien e il saggio History of the Hobbit di John D. Rateliff, con ulteriori note, paragoni, commenti e confronti tra le diverse versioni de Lo Hobbit stesso, comprese quelle in cui Gandalf si chiamava Bladorthin, Thorin si chiamava Gandalf e Smaug si chiamava Pryftan…

Il Signore degli Anelli

Il signore degli anelli illustratoSuggerire una versione ideale del Signore degli Anelli è più semplice che farlo per Lo Hobbit. In questo caso infatti non abbiamo una versione “annotata” quindi l’edizione più sontuosa rimane Il Signore degli Anelli rilegato della Bombiani, che contiene la traduzione riveduta e aggiornata assieme alla Società Tolkieniana Italiana e decine di illustrazioni di Alan Lee.

Questo libro è perfettamente coerente per dimensioni e traduzioni con Lo Hobbit annotato e rilegato di cui si parla sopra e sarebbe la versione perfetta in assoluto, se non fosse che il testo manca di una piccola parte (circa 20 righe) alla fine del primo capitolo, del secondo libro de La Compagnia dell’Anello.

Cosa che lascia spazio per una eventuale…

.

Il signore degli anelli2Seconda scelta: Il Signore degli Anelli Bompiani del 2005, un volume bello grosso rilegato ma senza illustrazioni particolari ad opera di Alan Lee o di altri disegnatori.

La traduzione è di nuovo quella rivista con la Società Tolkieniana Italiana e quindi coerente con Lo Hobbit annotato e rilegato ma stavolta completa e senza quelle 20 righe mancanti dell’altra versione.

In inglese: la scelta migliore per un’edizione in lingua originale (lasciando perdere quelle da veri collezionisti) é secondo me The Lord of the Rings rilegato e illustrato da Alan Lee, ovvero la versione originale de Il Signore degli Anelli rilegato della Bombiani, ma ovviamente senza problemi di traduzione o parti mancanti.

.

the-history-of-middle-earth-pt-2La versione più simile a The History of the Hobbit che si possa trovare relativamente a Il Signore degli Anelli è invece The History of The Lord of the Rings, un insieme di quattro libri classificati come i volumi 6, 7, 8 e 9 della serie Storia della Terra di Mezzo e raccolti anche in un unico tomo dalla copertina rigida.

I libri coprono ogni aspetto della stesura delle varie parti de Il Signore degli Anelli, con note, commenti e riflessioni di JRR Tolkien e del figlio. I titoli sono rispettivamente:

.

  • Vol. 6, The Return of the Shadow (The History of The Lord of the Rings v. 1, 1988)
  • Vol. 7, The Treason of Isengard (The History of The Lord of the Rings, v. 2, 1989)
  • Vol. 8, The War of the Ring (The History of The Lord of the Rings, v. 3, 1990)
  • Vol. 9, Sauron Defeated (The History of The Lord of the Rings, v. 4, 1992)

Insomma una pietra miliare, così come ognuno dei tre volumi della Storia della Terra di Mezzo.

.

Il Silmarillion

9788845232930gNonostante il Silmarillion non sia propriamente opera di JRR Tolkien, è anche vero che una bella edizione illustrata e ripensata non affatto faccia male a un lettore appassionato e a una buona libreria. La versione consigliata è Il Silmarillion rilegato della Bompiani del 2004, con illustrazioni a colori di Ted Nasmith, anche perché l’opera è coerente per dimensioni a Il Signore degli Anelli illustrato da Alan Lee e a Lo Hobbit annotato e rilegato.

L’edizione in questione è la traduzione della seconda versione, rivista nel 1999, e viene fatto un certo sforzo per unificare molti termini con quelli de Il Signore degli Anelli illustrato, aggiornando anche la mappa. 

Ci sono inoltre le doverose note, un indice dei nomi aggiornato, una seconda prefazione di Chistopher Tolkien e una lettera di JRR che dimostra il legame tra il suo romanzo principale e l’intero legendarium.

71smlAYHiZL._AA1500_In inglese: il diretto corrispettivo in lingua originale della seconda edizione illustrata è abbastanza introvabile, in Italia come all’estero.

A questo punto allora meglio acquistare una versione più spartana, ma comprensiva di altre due opere comunque interessanti, il cofanetto con The Children of Hurin,The Silmarillion e Unfinished Tales.

Riassumendo, quindi:

Lo Hobbit annotato e rilegato
Lo Hobbit rilegato
Il Signore degli Anelli illustrato da Alan Lee
Il Silmarillion illustrato da Ted Nasmith
The Illustrated Hobbit The Annotated Hobbit.
The Lord of the Rings
The History of the Hobbit 
The History of The Lord of the Rings
The Children of Hurin,The Silmarillion e Unfinished Tales

.

Leggi anche: 

Altre opere di Tolkien sulla Terra di Mezzo

La Storia della Terra di Mezzo

Pin It

Related Posts

10 Responses to Libri di Tolkien – quali edizioni scegliere?

  1. […] che raccoglie una serie di poemetti e opere analoghe, tutti componimenti brevi scritti dal creatore de Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli e inseriti nel Legendarium della Terra di […]

  2. […] raccoglie una serie di poemetti e opere analoghe, tutti componimenti brevi scritti dal creatore de Lo Hobbit e de Il Signore degli Anelli e inseriti nel Legendarium della Terra di […]

  3. steak says:

    Ciao, non trovando l’edizione Bompiani del 2005 del Signore Degli Anelli, qual’è la migliore versione completa e corretta che si possa trovare? Anche divisa? Grazie 🙂

  4. David Fiorini says:

    Caro Mauro Longo ,
    complimenti per la tua Caponata Meccanica veramente ben fatta e soprattutto interessante .
    Volevo segnalarti che l’edizione del Signore degli Anelli rilegata illustrato da Alan Lee della Bompiani del 2003 , quella a cui mancano le famose venti righe , ha avuto , dal Dicembre 2014 un’ ulteriore ristampa in cui la Bompiani ha finalmente aggiunto le righe mancanti .
    Ho potuto verificare solo questo da quando ieri ho preso il libro .
    Chissa , magari la Bompiani dopo 11 anni ha deciso finalmente di correggere dal testo e dalla mappa quei pochi errori di traduzione rimasti . Magari ha anche stampato le illustrazioni insieme ai paragrafi che le richiamano invece che posizionarle slegate dal testo , dopo un predeterminato numero di pagine .
    Spero che la Bompiani non si sia limitata ad aggiungere solo le venti righe mancanti .

    Vorrei infine un tuo consiglio .
    Desidero cimentarmi nella lettura del ” The Lord of the Rings ” .
    Secondo te qual’ è l’ edizione in lingua inglese che puo paragonarsi
    per coeoerenza , dimensioni e aspetto a :
    Il Signore degli Anelli rilegato illustrato da Alan Lee , a Lo Hobbit rilegato annotato da Douglas A. Anderson , a Il Silmarillion rilegato e illustrato da Ted Nasmith , a I Figli di Hurin rilegato e illustrato da Alan Lee .
    Ti ringrazio della risposta .
    Saluti
    David

    • Mauro Longo says:

      Salve David, grazie della dritta! Adesso però mi hai fatto venire voglia di prendere la nuova versione Bompiani, per quei piccoli cambiamenti 😀

      La versione definitiva inglese del SdA è secondo me questa: http://amzn.to/26UIW0S
      Una super-super-definitiva versione deluxe con tutte le immagini di Alan Lee e alcuni originali di Tolkien, con il testo rivisto completamente e rieditato, ulteriore ricorrezione di ogni refuso e perfino un companion alla fine annotatissimo.
      La versione definitiva.
      Adesso che l’ho individuata, me la compro anche io 😀

      • David Fiorini says:

        Grazie Mauro , questa edizione è veramente magnifica e deve essere assolutamente mia .
        Personalmente avrei preferito tutto raccolto in un unico volume , forse perchè l’ ho sempre letto in questo formato, fin da quando era edito dalla Rusconi .
        Capisco però che un volumone di 3,3 kg con 2208 pagine in 232x154x125 mm non è il massimo della maneggevolezza ,
        Comunque non dispero perche portebbero sempre proporlo in una futura edizione .
        Il mio sogno proibito rimane il Signore degli Anelli in formato mignon , come i libri della collana piccolissimi della Anordest , cosi da averlo letteralmente sempre con me e poterlo consultare in ogni momento .

        Ti ringrazio ancora per la segnalazione .
        Saluti
        David

  5. sara says:

    Salve, premettendo che per quanto riguarda Il signore degli anelli ho deciso di acquistare l’edizione “Libri oro” (preferisco un formato leggero, ed inoltre è completa delle 20 righe mancanti in molte altre e molto più economica), non ho ben capito quale edizione de “Lo hobbit” dovrei affiancarvi perché siano coerenti tra le prime due! Su entrambe c’è scritto che sono state riviste con la società tolkeniana, dunque non dovrebbero essere uguali?

  6. Alessio Angioni says:

    Peccato che l’edizione “Lo Hobbit annotato e rilegato” sia quasi introvabile! Qualcuno sa dove potrei trovarla?

  7. […] Qualsiasi cosa si scriva, dalla lista della spesa all’Enciclopedia, dalla Divina Commedia a Il Signore degli Anelli, il modo in cui lo facciamo racconta qualcosa di noi. Lo scrittore non può non mettere se stesso […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *