Lo Spettacolo di Lionardo – I Corti di Librogame’s Land

by • 07/07/2014 • Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, I Corti di LGL, News, RaccontiComments (3)1859

librogame's land

Nuova settimana, ultimo Corto in lizza per il concorso di Librogame’s Land! E’ tempo di leggere, giocare e votare il nono racconto-game in gara: Lo Spettacolo di Lionardo!

Sta per concludersi la fase di lettura, gioco e giudizio de i racconti-game in gara per la sesta edizione del contest “I Corti di Librogame’s Land”.

Alla data di consegna sono arrivati i seguenti elaborati qualificabili e da oggi è possibile leggerli, giocarli, commentarli e votarli al sostenibile ritmo di 1 per settimana, secondo il seguente calendario:

1) Guerre Civili (Lun 5 Maggio – Ven 9 Maggio) – Corto Fuori Concorso

2) Il Prescelto (Mer 7 Maggio – Dom 11 Maggio) – Corto Fuori Concorso

3) La Lacrima di Nyxator (Lun 12 Maggio – Dom 18 Maggio)

4) Sull’orlo del buco (Lun 19 Maggio – Dom 25 Maggio)

5) Cuore di cane (Lun 26 Maggio – Dom 1 Giugno)

6) Il Guardiano (Lun 2 Giugno – Dom 8 Giugno)

7) Prede e Cacciatori (Lun 9 Giugno – Dom 15 Giugno)

8) Vita da cani (Lun 16 Giugno – Dom 22 Giugno)

9) Liberami, disse l’uomo (Lun 23 Giugno – Dom 29 Giugno)

10) Il Consiglio dei Topi (Lun 30 Giugno – Dom 6 Luglio)

11) Lo Spettacolo di Lionardo (Lun 7 Luglio – Dom 13 Luglio)

12) Sangue e intrighi alla corte di Aquisgrana  (Lun 14 Luglio – Ven 18 Luglio) – Corto Fuori Concorso

13) Tanis (Mer 16 Luglio – Dom 20 Luglio) – Corto Fuori Concorso

Capture

Lo Spettacolo di Lionardo – Prologo

Quantunque non ne fui mai miglior discepolo, ne tanto men lo più avveduto od obbediente, comprendo ora quanto ‘l maestro mi tenne in stima e quanta fortuna ebbi nell’averlo per mentore. Da questa vigna in Porta Vercellina, che lasciommi per metà e sotto ‘l cui tetto ebbe sempre speme di tornare, ripenso a quelli giorni ricolmi di gaiezza ne li quali lo conobbi. Come n’ebbi cuore ancor non so spiegare, ma fu quel giorno d’inverno dell’anno del signore MCDXC, tredicesimo giorno di zennaro se la memoria non mi falla, che le nostre vite s’icrociarono. Per dir tutto lo vero, dovrei piuttosto ricordar che fu la vita mia ad imbattersi nella di lui con prepotenza. Portommi infatti Pietro lo padre mio a visitar Milano, partiti che fummo la notte anteriore dalla nostra villa d’Oreno, dovendo egli recarvisi per affari. Ora, tra le poche virtù di Gian Jacomo Caprotti, che saressi io, non vi fu mai l’onestà e ne tantomeno l’iscaltrezza; lascio quindi a voi leggitore lo compito d’immaginare in qual meschin modo venni iscoperto dallo grande maestro, mentre mi adopravo nell’alleggerire di quattro lire lo suo già magro borsello. “Non permetterò che ‘l sangue di Pietro d’Oreno si macchi di tale onta!” – urlò lo padre mio nel veder la mia bassezza, in mentre che menava fendenti colle sue mani nude, inflandomi lo viso come bicocca matura.

“Dite messere, qual punizione trovate più giusta per questo miserabil figlio mio? Dite e lo farò, per l’onor che ancor mi mane!” “Potesse ingoiarmi la terra se ho preso una sola moneta dallo borsello di codesto gentil messere!” – urlai ormai preda delle lagrime. Lo sguardo del maestro divenne truce, pur se ripensandovi non posso più distinguer se volgevasi meco o al padre mio. “Ebbene, in tutta fede penso che ben più vale una lezione ben spiegata che una man ben menata…” – rispose lo maestro con alquanto distacco – “… imperochè nulla giova allo cuore et alla mente più che la sperienzia.” Ammetto che messer Pietro subì un tale mutamento nell’isguardo che, se ne fossi stato capace malgrado tumefazioni e terror di figlio, non poco avrei ghignato in fra li denti. “Lasciate dunque che passi meco ‘l tempo di oggi, e vedrete che avrò a restituirvelo sano et salvo l’indomani!” “Se è solo questo che chiedete, messere…” – mormorò Pietro d’Oreno, vinto dalla suadenza di quell’istrionico disconosciuto – “… ma, ditemi, come vi chiamate e dove, di grazia, dovrei ritirar lo figlio mio?” “Verrete alla ora sesta, alla mia bottega in Corte Vecchia, in fronte allo Duomo. Non temete perciocché non arrischiate a confondervi; vi basterà domandar della bottega di quello curioso fiorentino che ha nome Lionardo da Vinci…” – rispose lo maestro mostrando un leale sorriso. “Ebbene, sia! A domani dunque!”

Leggi, gioca e commenta Lo Spettacolo di Lionardo su Librogame’s Land!

Pin It

Related Posts

3 Responses to Lo Spettacolo di Lionardo – I Corti di Librogame’s Land

  1. Yaztromo says:

    Fantastico!

  2. mileva says:

    Scusate ma devo segnalare che non si può più accedere al sito librogameland,perchè è segnalato come sito malevolo…peccato ….speriamo si risolva presto l’inconveniente..grazie e saluti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *