Ninja diventa Gioco di Ruolo

by • 25/08/2012 • Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, NewsComments (0)2083

Continua il riadattamento dei librogame degli anni ’80 e ’90 in giochi di ruolo. Dopo i casi  di Lupo Solitario, di Advanced Fighting Fantasy 2 e di Fabled Lands è il momento ora di The Way of the Tiger, il nome originario della collana chiamata in Italia “Ninja”.

In un articolo apparso su DM Magazine si ragionava su come trasformare i Librogame in Giochi di Avventura. Dopo aver esaminato vari casi anche su Caponata Meccanica, sarebbe presto toccato parlare di Ninja, se non fosse che gli autori di questa collana hanno deciso di proporre loro stessi un regolamento ufficiale per questo gioco e per la loro ambientazione.
La novità proviene dalla Megara Entertainment, già casa editrice del gioco di ruolo di Fabled Lands, e il manuale base sarà rilasciato tra circa 12 mesi, nell’autunno del 2013. Nel frattempo, gli autori stanno postando e diffondendo diverse anticipazioni, che riguardano i dettagli del regolamento, particolari della grafica del manuale e un accenno alle classi a disposizione dei giocatori.
Prima di parlare, in futuro, di queste anticipazioni, ecco intanto un riassunto di cosa fosse la collana originaria di questi librogame, preso e riadattato dalla recensione di Ninja presente su Il mondo dei Librogames:

La serie inglese The Way of the Tiger, in italiano tradotta come Ninja, è opera di Mark Smith e Jamie Thomson, autori di librogame già coinvolti (l’uno e/o l’altro) in progetti come Fabled Lands, Blood Sword, Fighting Fantasy, Falcon, Duel Master e Realtà Virtuale.

Il mondo di Orb fu presentato per la prima volta nel 1984, quando Smith e Thomson scrissero il volume 11 di Fighting Fantasy, Talisman of Death, in cui comparvero per la prima volta gli adoratori del Caos Tyutchev, Cassandra e Thaum (vedi volumi 2 e 6). Mancava però un protagonista adeguato per una collana di avventure situate su Orb. La scelta cadde sul ninja, una figura del Medioevo giapponese velata di mistero e leggenda, assorta quasi a mito giovanile nei primi Anni Novanta. L’eroe di turno è Vendicatore, seguace di Kwon il Redentore e maestro nel combattimento senza armi. Dopo una vita di duro addestramento nell’Isola Mistica dei Sogni Tranquilli, il ninja è pronto a sbarcare sul continente per compiere il suo destino: prima per vendicare la morte del padre adottivo e recuperare le preziose Pergamene di Kettsuin, in seguito come liberatore e sovrano della città di Irsmuncast.

Il sistema di gioco si basa in particolare sulla gestione delle arti marziali. Vendicatore sa affrontare i nemici più agguerriti grazie ad una serie di colpi formidabili, raffigurati in una Tabella delle Mosse ad inizio libro. Il combattimento avviene in maniera semplice ed immediata: si seleziona la mossa con cui attaccare ed il testo svela la Difesa del nemico. Si lanciano i dadi e si sommano gli eventuali Modificatori, diversi a seconda dell’attacco utilizzato (Pugno, Calcio o Atterramento); se il totale supera la Difesa, il colpo è andato a segno e si può sottrarre un dato ammontare alla Resistenza della vittima, eccetto nel caso degli Atterramenti che non provocano danni, bensì consentono di colpire nuovamente con vantaggi sul tiro e sul danno.

I nemici fanno lo stesso contro Vendicatore, però quest’ultimo può effettuare una Parata ed evitare il colpo andato a segno: è sufficiente tirare sotto la propria Difesa in quel combattimento. Il protagonista possiede 20 punti di Resistenza, meno della maggior parte dei nemici, perciò un attacco non parato è già una mezza disgrazia. Interessante è poi la possibilità di raddoppiare il danno inflitto usando la propria energia interiore prima di sferrare il colpo; per farlo si hanno 5 punti a disposizione, da utilizzare secondo il proprio istinto. Spesso i duelli sono vivacizzati infine da eventi che cambiano le carte in tavola e spezzano la monotonia.


Oltre alle mosse, Vendicatore dispone delle
Capacità dell’Arte della Tigre, una serie di discipline insegnate esclusivamente ai ninja. Obbligatoria è la Shurikenjutsu, l’uso delle stelle da lancio, alla quale si aggiungono tre a scelta tra: Intercettazione (dei proiettili), Acrobatismo, Immunità (ai veleni), Morte Apparente (simulazione della propria morte), Evasione (capacità di liberarsi se legato o di muoversi in spazi angusti), Aghi Avvelenati (una particolare forma di attacco), Scassinare Serrature/Neutralizzare Trappole e Arrampicarsi. Nel corso dei libri tutte le Capacità sono chiamate in causa, ma certe sono palesemente più convenienti delle altre. Alcune comportano la dotazione di alcuni speciali attrezzi, che si uniscono a quelli elencati nella lista degli Strumenti del Ninja.

L’aspetto più convincente di Ninja è l’ambientazione, epica ed avvincente. Con il dipanarsi della trama il mondo di Orb prende forma davanti agli occhi del lettore. Una parte rilevante è la descrizione dei personaggi, molto approfonditi ed introdotti con il dovuto pathos, ma anche la straripante presenza di culti e confraternite, che costituiscono i veri centri di potere di Orb. L’ambientazione riunisce gli influssi più vari: la mitologia orientale, i racconti di Conan ed Elric di Melniboné, il fantasy classico alla Dungeons & Dragons, tutto mescolato con sapienza da due scrittori molto abili. Il testo scorre liscio come l’olio, senza eccessive descrizioni o momenti morti, ma non rinuncia ad essere epico, onirico, poetico o frenetico secondo le necessità narrative.

Le brutte traduzioni italiane (che prevedono inoltre 4 traduttori diversi su 6 libri) non riescono ad oscurare i notevoli pregi di Ninja, che è una delle serie migliori mai pubblicate. Il piacere della lettura e quello del gioco si bilanciano alla perfezione, configurandola come un esperimento magnificamente riuscito. Fa eccezione il volume 6, Inferno!, il tragico binario morto su cui si arena una saga di alto livello.

La serie è costituita dai seguenti titoli:

  

1) Vendicatore!

2) Assassino!

3) Usurpatore!

4) Signore Supremo!

5) Guerriero!

6) Inferno!

.

Ecco infine l’intera serie su Amazon.it:
Vendicatore!
Assassino!
Usurpatore!
Signore supremo!
Guerriero!
Inferno!
Pin It

Related Posts

0 Responses to Ninja diventa Gioco di Ruolo

  1. uskebasi says:

    Hanno fatto un GDR anche della Serie Sortilegio! se ti interessa posso passartelo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *