Quattro chiacchiere con Andrea Sfiligoi

by • 10/04/2014 • Consigli per gli acquisti, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, RaccontiComments (2)4691

SfiliogiIntervista ad Andrea Sfiligoi, autore di giochi di ruolo, giochi di miniature e racconti fantastici. Da Ganesha Games fino a Piombo, Da Masked Elephant a Bera Bjornsdottir. Lui è quello a sinistra nella foto. Io NON sono quello a destra.
.
Ho avuto il piacere di conoscere Andrea Sfiligoi di recente, complici le nostre passioni comuni per giochi di ruolo e narrativa fantastica. Un paio di conoscenti comuni parlano dei suoi regolamenti di wargame come di “testi da studiare con religiosa devozione” e ho di recente letto i suoi bei racconti su Gray Scorpion e Bera Bjornsdottir, due serie fantastiche dedicate rispettivamente al pulp dei vendicatori mascherati e all’avventura di ambientazione norrena.
E allora sfrutto l’occasione per fargli qualche domanda e conoscerlo meglio!
   ,

Chi è Andrea Sfiligoi?

c8aa8c178921315d96f2f96d328d57a7Rispondo con una raffica di immagini: wargamer, giocatore di ruolo, 46 anni a maggio, lactovo-vegetariano, arciere, single, amante degli animali, umbro ma con un po’ di sangue sloveno e tedesco, dal 2007 mi guadagno da vivere scrivendo giochi (principalmente wargames di miniature e giochi di ruolo). In passato ho scritto anche serie animate per la TV, ma ho abbandonato il settore perché è troppo difficile farsi pagare.
Ho scritto su riviste di settore (Roleplayer, Pyramid Magazine e Kaos le più conosciute). Ho iniziato a pubblicare con la mia firma editoriale Ganesha Games (www.ganeshagames.net) nel 2007, partendo da un blog che oggi non esiste più.
   .

Come sei entrato nel mondo dei giochi? 

Attorno ai 12 anni, uno zio Testimone di Geova mi recapitò una rivistina che avvertiva di un pericolo che incombeva sulle giovani menti: un gioco chiamato Dungeons & Dragons, “saturo delle idee di Satana il Diavolo.” Decisi che quel gioco doveva essere mio! Accompagnato da mammà alla fiera del fumetto di Prato, recuperai una copia di Epic Illustrated della Marvel, dove c’era una pagina di pubblicità della TSR. Riuscii ad ottenere un catalogo della TSR UK e ordinai D&D scatola rossa per posta, il resto è storia.
   .

Quali sono i generi che preferisci?

Preferisco i generi fantastici o legati alla mitologia, alle religioni o alla storia antica. O le loro controparti moderne o retrò, cioè il pulp classico e i supereroi.
    .

I tuoi regolamenti per giochi di miniature sono considerati da più parti come eccellenti. Quali sono le tue produzioni in questo settore?

d251c2dbc3f0ece7045d000b17bb37bcScrivo i giochi a cui vorrei giocare io, presumendo che il mio gusto sia simile a quello di tanti altri fruitori di giochi. In generale, sono amante della semplicità.
Visto che sempre meno persone giocano ai wargame tridimensionali, rispondo alle obiezioni di chi non gioca.
Esempi:
“Non gioco perché le regole sono complicate”: scrivo giochi semplici.
“Servono troppe miniature”: scrivo giochi di schermaglia che si fanno con pochi pezzi.
“Le partite durano ore e non ho tempo”: i miei giochi si completano in circa 45 minuti.
“Non trovo avversari”: i giochi sono giocabili in solitario o con un bambino di 10-12 anni.
“I giochi sono troppo costosi”: vendendo prevalentemente in digitale, azzero costi di magazzino e spedizione e abbasso il costo d’ingresso.
    .

Come vedi la situazione attuale, italiana e internazionale, per questo genere ludico? 

La vedo male. Stiamo lottando contro l’eccessiva frammentazione dell’hobby (pochi giocatori, troppi giochi, troppo poco mercato). L’hobby si sta ingrigendo: la gente che incontri è sempre la stessa, non c’è ricambio e alle fiere si vedono quasi solo capelli grigi (o stempiature). I giganti del settore sembrano gli unici in grado di catturare le giovani menti. La speranza è che poi questi giovani provino anche giochi diversi, ma ciò non sempre succede.
La parte creativa dell’hobby è molto attiva: ci sono molti autori di regolamenti di successo in Italia. Tra quelli che conosco personalmente, cito Lorenzo Sartori e Massimo Torriani (entrambi autori di narrativa di genere) e Sergio Laliscia che scrive per me, e Massimo Moscarelli che mi aiuta molto nella fase di playtest e sviluppo.
    ,

Ti sei anche cimentato in librogame, giochi da tavolo, di carte o di ruolo?

Librogame: Ho scritto un’avventura in solitario per Kaos tanti anni fa. Prima o poi scriverò un librogame-wargame.
3249660364GdR: ho recentemente curato l’edizione italiana, espansa con materiali aggiuntivi, di Don’t Walk in Winter Wood di Clint Krause (http://www.amazon.it/Non-Andare-Nel-Bosco-DInverno/dp/1492837288/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1396943380&sr=8-1&keywords=non+andare+nel+bosco+d%27inverno). I materiali aggiuntivi scritti apposta per l’edizione italiana sono miei, ma anche di Davide Mana (http://strategieevolutive.wordpress.com/) e Chiara Prezzavento (http://senzaerroridistumpa.myblog.it).
Ho scritto due GdR, Tales of Blades and Heroes (http://www.ganeshagames.net/product_info.php?cPath=1_13&products_id=180) e Familiars (http://www.ganeshagames.net/product_info.php?cPath=1_13&products_id=73 ) che presto usciranno in versione italiana.
Inoltre ho in lavorazione E Venne Il Buio, un GdR narrativista che si gioca al buio.
Giochi da tavolo: ho scritto Armageddon Hour, un post apocalittico in cui si gioca contro l’orologio (http://www.ganeshagames.net/product_info.php?cPath=1_12&products_id=14&osCsid=5njj548pr2fo6a86rqv4tcou55 ). Sto lavorando a un boardgame di miniature per un editore americano.
Giochi di carte: ho in lavorazione The Oath of Fire, un gioco di miniature basato su carte, e la versione card game di Song of Blades and Heroes, il mio titolo di maggior successo. Ma questi vedranno la luce solo nel 2015.
   .

Di recente sei approdato al mondo della narrativa fantastica, con racconti e novellette. Com’è nato questo interesse?

L’interesse in realtà c’è sempre stato: ho scritto il primo romanzo breve (un fantasy ridanciano alla Piers Anthony) attorno agli 11-12 anni, massacrandomi le dita su una Olivetti Lettera 22. Grazie al cielo, l’opera è andata persa 🙂
Sono in generale amante del fantastico a tutti i livelli e un lettore forte (5-6 libri al mese senza contare regolamenti e tonnellate di fumetti). Come avrai intuito, non ho una vita sociale degna di questo nome 🙂
    ,

Cos’è Piombo e quali sono i tuoi altri racconti più recenti?

Piombo è una raccolta antologica di racconti pulp uscita in formato kindle, la trovate QUI. L’idea è mescolare vecchio e nuovo con un gusto retrò. Hanno collaborato al numero 1 anche Davide Mana e Fulvio Gatti, due autori straordinari.
Purtroppo, come sapevo prima di cominciare, il pulp in Italia non vende… però mi diverto a scriverlo e non conto di smettere.
Da Piombo è nato Gray Scorpion, una serie di racconti su un vendicatore vecchia maniera ambientata negli anni ’30 in una città immaginaria chiamata Misty Bay. Vorrei pubblicarne uno al mese ma la qualità ne soffrirebbe, quindi scriverò quando ne ho voglia e raccoglierò poi tutte le avventure di Gray Scorpion in un volume cartaceo di 100 pagine. Ci sono tre storie dello Scorpione Grigio nel numero 1 di Piombo e altre due QUI.
Gray Scorpion evolverà verso tematiche sempre più super-eroistiche, finendo poi in una vera e propria squadra di giustizieri anni ’30 e ’40 in cui confluiranno altri miei personaggi come Snow Spider, Commander Comet, Kingorr, e altri. Ma al ritmo in cui scrivo, queste cose si vedranno nel 2016 🙂
1557704_321334191325143_140424747_nScrivo anche per bambini (ho lavorato per 10 anni nel mondo dell’animazione televisiva, come sceneggiatore e editor). Ho appena pubblicato il primo volume cartaceo, cui seguirà edizione digitale, della saga di Bera Bjornsdottir, una giovane bersekr che vive le sue avventure nella mitologia norrena.
Da autore indipendente, pubblico cose che le casi editrici non accetterebbero. Per esempio, la saga di Bera, scritta per bambini dai 10 anni, è piuttosto violenta e sarebbe per questo vista con diffidenza da una casa editrice tradizionale. Non ho voluto edulcorarne i contenuti. Siamo più vicini a un anime anni ’80 che a un Disney classico, insomma.
    ,
 

Cosa stai preparando per i prossimi mesi?

56b35eae0e080cf11c9bd20affc26d38Troppe cose! Il secondo numero della mia house organ Talespinner (http://www.ganeshagames.net/index.php?cPath=23_42), un supplemento per Song of Blades and Heroes (http://www.ganeshagames.net/product_info.php?cPath=1_6&products_id=7 ), uno per Battlesworn (http://www.ganeshagames.net/product_info.php?cPath=1_6&products_id=226 ), un gioco di miniature western ispirato agli spaghetti western e scritto con l’amico Mauro Miraz, un gioco di gladiatori scritto dall’amico Massimo Moscarelli, numerose proposte per Osprey publishing (editore di punta britannico che ha appena pubblicato due miei wargame, il mitologico Of Gods and Mortals e A Fistful of Kung Fu, ispirato al cinema d’azione asiatico), e il gioco di miniature Song of Spear and Shield (antichità)… e tanto altro.
Per la narrativa, ho in lavorazione due episodi di Gray Scorpion e uno di Bera Bjornsdottir. Inoltre è in editing la mia novelette fantasy in inglese She Flied On Borrowed Wings, collegata all’ambientazione per Tales of Blades and Heroes. Sarà pubblicata solo se sopravviverà alla scure del mio editor madrelingua.
    ,

Dov’è possibile acquistare i tuoi giochi o le tue storie?

Per i giochi: www.ganeshagames.net (i prezzi sono in dollari, quindi in euro sono molto più bassi anche con l’iva al 22%)
Per la narrativa: Amazon oppure la pagina facebook della Masked Elephant Press.
Inoltre, i miei giochi sono disponibili da moltissimi venditori, tra cui WargameVault, Drivethrough, Paizo, Wargamedownloads, e Saber’sEdge. Mi trovate alle principali fiere di settore se c’è una zona wargame. I titoli pubblicati da Osprey Publishing li trovate direttamente da me (autografati), direttamente dal sito di Osprey Publishing o su Amazon.
.
Grazie mille Andrea e allora arrivederci a presto in una fiera o per una partita dimostrativa!
Pin It

Related Posts

2 Responses to Quattro chiacchiere con Andrea Sfiligoi

  1. […] 2016, Andrea Sfiligoi, italianissimo e bravo autore di regolamenti per wargames, giochi di ruolo e molto altro nel […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *