Simbad il Marinaio – Il Gioco di Avventura

by • 17/08/2011 • Dal LibroGame al Gioco di RuoloComments (0)3253

In un articolo apparso su DM Magazine si ragionava su come trasformare i Librogame in Giochi di Avventura. Dopo aver esaminato vari casi, ecco il breve articolo relativo alla serie Simbad il marinaio, ambientata nel mondo magico delle Mille e una Notte, che ha avuto però una sola uscita e necessita una discreta opera di rimaneggiamento.

Dalla recensione di Simbad il Marinaio apparsa su Librogame’s Land: La serie dedicata al famoso personaggio mediorientale di Simbad il Marinaio, nato dalle storie di Mille e una Notte, e’ composta solo da un libro, “Il Principe dei Ladri”, e fu una delle ultime serie ad essere pubblicata, in un periodo in cui l’interesse attorno ai librogame si stava ormai esaurendo.

E, considerando la bassa qualita’ di questa pubblicazione, non c’e’ da stupirsene. Il gruppo di progettazione della serie e’ composto da ben sette persone, tra cui Doug Headline (uno dei tre autori veri e propri) e Dominique Monrocq, coppia famosa per aver scritto altri librogame, tra i quali l’intera serie “Misteri d’Oriente“.

Ovviamente il protagonista e’ Simbad, il quale, a capo di una nave, si trovera’ a dover navigare nell’Arcipelago dei Quattro Venti, alla ricerca di tre pezzi di un medaglione che gli rivelera’ l’ubicazione di un artefatto necessario ad una razza di uomini-pesce che gli chiederanno di aiutarlo.

Purtroppo il personaggio, dal punto di vista del librogame, non e’ molto caratterizzato, in quanto si ritrova ad avere due sole caratteristiche, le classiche Abilita’ e Vitalita’ (che in altre serie cambiano nome, ma hanno sempre la stessa funzione), con un metodo di combattimento necessariamente scontato; ci si poteva aspettare che avesse caratteristiche particolari, ad esempio la Destrezza (poteva essere impiegata in alcune fasi in cui il protagonista era costretto a rubare qualcosa, ricordiamoci che Simbad e’ marinaio, ma e’ anche, come dice il titolo, “Il principe dei ladri”!), invece nulla di tutto questo…

La Scheda di Simbad, un pò troppo scarna per il gioco di gruppo!

L’unica novita’ (ma nemmeno poi tanto, perche’ la troviamo anche ne “Il covo dei pirati”, nr. 5 di Dimensione Avventura) e’ il combattimento tra navi, che pero’ in pratica si riduce ad un doppione del combattimento individuale, perche’ lo scontro e’ tra il gruppo di marinai alleati e quello nemico, senza possibilita’ di usare cannoni, armi da lancio, e cosi’ via…

Anche il viaggio tra le varie isole, da effettuare guardando una cartina, pur essendo originale non e’ molto stimolante…

La Mappa delle Avventure di Simbad

Dal punto di vista dell’avventura in se’, non c’e’ nulla di eccitante, anzi essa viene frammentata in 3 mini-avventure (3 pezzi di medaglione…), con l’inevitabile scontro finale con il mago malvagio di turno. Di conseguenza non c’e’ nemmeno un forte coinvolgimento del lettore; anzi, la difficolta’ dei combattimenti e delle situazioni che vi troverete ad affrontare fanno si che l’interesse per il librogame, gia’ non particolarmente alto, tenda a svanire rapidamente.
Dal punto di vista della storia in se’, ci sono comunque dei tocchi originali, che caratterizzano soprattutto gli incontri che farete nel corso dei vostri viaggi, e nella personalita’ di Simbad, che sembra essere sempre allegro e ironico…

Se siete stufi del fantasy classico, e vi interessano le atmosfere orientaleggianti, allora forse troverete questo librogame di vostro gusto, ma per il resto non c’e’ nulla di stimolante che elevi quest’opera al di sopra delle altre centinaia di librogame usciti nel corso degli anni.
Un’occasione semisprecata, e una notevole delusione da parte di autori che hanno firmato librogame ben piu’ interessanti.

Sindbad le Magnifique, copertina originale francese. Anche oltralpe la serie non ha superato la barriera del primo volume

A differenza di quanto argomentato dall’estensore della recensione, un giudizio meno severo su questo librogame può essere formulato, grazie alle varie trovate, all’uso della mappa e all’inestinguibile e inesauribile fascino dell’ambientazione.

Le avventure di Simbad arrivano però in un momento di calo del fenomeno Librogame e per tanto, nonostante discrete premesse, la serie si arena dopo il primo volume.

Passando a considerazioni relative all’uso di questo volumetto come modulo per giochi di ruolo, molte delle cose dette per Misteri d’Oriente valgono anche per questa serie: belle atmosfere e una storia valida, ma un regolamento inutilizzabile e completamente da rifare.

Più facile invece trasformare i paragrafi del Librogame nelle sezioni autonome di uno Scenario: una parte delle avventure di Simbad sono organizzate come una missione esplorativa in un arcipelago favoloso, con le tipiche situazioni marinare e la mappa divisa in quadranti e isole da esplorare: decisamente una struttura di gioco semplice e ideale per il gioco in gruppo.

.

Ecco Il principe dei ladri su Amazon.it!
Pin It

Related Posts

0 Responses to Simbad il Marinaio – Il Gioco di Avventura

  1. Yaztromo says:

    Alla fin fine qui ci sarebbe la possibilita’ di trasformare le mille e una note in uno scenario per gioco di ruolo: ci si possono trovare uno sterminio di cose interessanti…

    • maurolongo says:

      eh sì… ma le mille e una notte è una cosa sterminata… c’era anche un gdr di quelli narrativisti, una volta, su una
      cosa del genere…

Leave a Reply

Your email address will not be published.