Pubblicare un libro con CreateSpace – una prova di stampa

by • 13/10/2012 • News, Roba mia, SaggiComments (37)13561

CreateSpace è il servizio di print on demand di Amazon che ha invaso il mondo ed è a disposizione anche per gli scrittori italiani. Ho provato a realizzare un libro di prova e a farmelo spedire, per capire come vengono realizzate le copie e come funziona il servizio. 

Un bilancio del servizio CreateSpace

Qualche tempo fa si era parlato della qualità delle stampe realizzate e spedite tramite CreateSpace. Gli articoli sottoposti alla prova dei fatti erano in particolare due volumi della collana Fabled Lands, praticamente indistinguibili, per prezzo, qualità e apparenza estetica da quelli realizzati tramite editoria tradizionale.

Ho nel frattempo ordinato e ricevuto una copia de Il Codice Cariddi e ho potuto valutare l’efficienza e la convenienza del servizio, con un volume realizzato per l’occasione. Ed ecco un bilancio dell’operazione:

  • Qualità della rilegatura e della stampa. Ottima. Sia chiaro che avevo scelto delle impostazioni veramente basilari, ma ho avuto esattamente cosa ho chiesto. La copertina e la rilegatura sono semplici ma resistenti anche a una prova di “stiratura” manuale. Qualità della stampa della copertina e dell’interno perfetta. Nessuna sbavatura. Voto 9.
  • Costo dell’articolo e della spedizione. Beh, l’ho fissato io… Quattro euro e spicci, che già Amazon vende scontato del 5%, con una percentuale per me di circa 60 centesimi a copia venduta (tanto per generare delle quote di royalties calcolabili). Con 4 euro un eventuale lettore italiano riceve direttamente a casa il libro, senza spese di spedizione se lo inserisce in un ordine di almeno 19 euro o se è iscritto ad Amazon Prime. Che volere di più? Voto 10.
  • Burocrazia. Tutto come previsto. CreateSpace appone l’ISBN, maneggia il denaro, riceve il pagamento, ci versa le tasse e inserisce le royalties nella dashboard dell’autore, dove sono consultabili in ogni momento e aggiornate ad ogni copia venduta. Trasparente, preciso, efficiente. Voto 10.

A colori o in b/n? Carta bianca o color crema? Dimensioni? Impaginazione a pagamento o fai da te? Scelte nostre, come tutte quelle di CreateSpace.

Cose da cambiare alla prova dei fatti

Nonostante il bilancio sia positivo per quanto riguarda CreateSpace, mi accorgo che il libro è troppo sottile rispetto ai contenuti e che il testo delle pagine è mal disposto (per colpa mia). Decido quindi di sfruttare questi errori a mio vantaggio e realizzare una seconda edizione del libro, una Edizione Premium dopo aver risolto tutti i problemi della prima (potete vederne la copertina all’inizio della pagina). Ecco cosa devo cambiare e cosa vi suggerisco di considerare nel realizzare il vostro libro:

  • Impaginazione e formattazione del testo. Il mio testo è venuto un po’ brutto nello specchio della pagina. il motivo è semplice: ho creato un pdf da un foglio word A4 e poi ho preteso che venisse bene in un formato completamente diverso. Suggerimento per tutti: sembra banale, ma vi consiglio di realizzare il vostro pdf del formato corretto scelto per il libro, con un occhio anche ai rientri delle pagine, interni ed esterni. Chi ci pensa mai alla prima volta che le pagine vanno specchiate e che il rientro interno deve essere più ampio? Impaginate il vostro file in questo modo, altrimenti il risultato sarà antiestetico. Se può essere d’aiuto, CreateSpace suggerisce un template standard ottimizzato per i testi, che consiglio a tutti quelli che partono da zero. Io però decido di non utilizzarlo, scegliendo da me rientri, margini, numeri di pagina, interlinea e altri dettagli. Decido di mantenere lo stupido formato A4 scelto all’inizio perché ormai sarebbe troppo laborioso rimpaginare tutto nel formato reale di stampa. La prossima volta sarò più furbo.
  • Più contenuti. Il libro è troppo sottile. Può dare l’impressione di finire subito o di essere troppo breve e poco approfondito su molti argomenti trattati. Decido di aggiungere dei contenuti speciali in appendice, una serie di articoli scritti in passato su alcune riviste, che trattano più o meno degli stessi argomenti dei testi già presenti. Prevedo di aggiungere in questo modo almeno altre cinquanta pagine di “sostanza”. Suggerimento per tutti: a meno che non sia un formato davvero tascabile, il vostro libro sembrerà troppo sottile e “vacuo” se non avrà almeno 200 pagine di sostanza. Non è un opuscolo, è un libro.
  • Figure e immagini varie. Decido di aggiungere alcune immagini, nelle pagine di separazione tra i vari capitoli. si tratterà di immagini in bianco e nero prive di copyright, ovviamente collegate all’argomento trattato. Suggerimento per tutti: Se il vostro è un libro di saggistica, come il mio, qualche bella immagine attinente ci sta bene e non fa aumentare il costo del libro. Attenzione al copyright.
  • Indice dei contenuti e indice dei nomi. Ci vogliono, come ho fatto a non pensarci prima? Una piccola scocciatura di un paio d’ore ma che rende il libro qualcosa di più facilmente utilizzabile e completo. Suggerimento per tutti: Fatelo anche voi, almeno l’indice dei capitoli. L’indice dei nomi solo per la saggistica. Volendo potete linkare l’indice dei contenuti ai capitoli veri e propri, così vi trovate il lavoro fatto se pubblicate anche l’eBook; in quel caso l’indice dei nomi non serve perché ci sono i motori di ricerca interni.

Ecco i suggerimenti delle dimensioni di pagina più comuni di CreateSpace. Al di là di questi, se volete, potete richiedere qualsiasi altro formato a vostra scelta (compreso entro certi limiti). costerà solo un pò di più a copia venduta.

Detto questo, il più è fatto. Presto sistemerò come illustrato il mio buon vecchio “Codice Cariddi” e lo rigetterò nell’agone editoriale nella sua Edizione Premium, pronta per essere regalata a Natale ad amici e parenti. Suggerimento per tutti: Il libro non può essere corretto una volta pubblicato; se volete evitare di fare troppe “edition” ogni volta che volete cambiare qualcosa (come il sottoscritto), assicuratevi che tutto sia come desiderate prima di dare il vostro “Visto, si stampi!

Pubblicare con un libro con Amazon – Guida completa

Ecco altri articoli sull’argomento:

CreateSpace a disposizione anche per gli scrittori italiani

CreateSpace – qualità del print on demand di Amazon

Pubblicare un libro (cartaceo) con Amazon – CreateSpace

Pubblicare un libro con Amazon – Cominciamo!

Pubblicare un libro con Amazon – Burocrazia!

Pubblicare un libro con Amazon – Risultati e Domande Frequenti!

E infine Affiliarsi ad Amazon

Related Posts

37 Responses to Pubblicare un libro con CreateSpace – una prova di stampa

  1. Deborah says:

    Grazie per aver condiviso questa esperienza, illuminante per tutti 🙂 mi chiedevo, è possibile (per l’autore) farsi inviare da amazon che so, 30 copie, pagarle, e poi rivenderle presso la propria libreria di fiducia?

    • maurolongo says:

      Ciao Deborah… Effettivamente la cosa suona un po’ “impropria”, perché Amazon si impegna a vendere al consumatore finale e non vende a “rivenditori”. Non saprei che dirti, segui il tuo giudizio personale! 😉

  2. rocco says:

    Ho ricevuto anch’io la mia copia “PROOF”, l’ho revisionata, ho dato l’ok e mi trovo nella fase “distribute”. Vorrei riuscire a far “combaciare” la versione cartacea con la kindle (già online da qualche settimana). Ho letto che anche tu hai incontrato questo inconveniente: sei riuscito a risolverlo? Grazie. R

    • maurolongo says:

      Sì. Se il nome è esattamente lo stesso il processo è automatico e prende al massimo un paio di giorni. Altrimenti puoi scrivere allo staff di Amazon o Kdp e chiedere che i due articoli siano messi in relazione. Ricorda di fornire loro i codici ISBN esatti: li trovi nella pagina del prodotto!
      In bocca al lupo!

  3. rocco says:

    Non riesco a fissare il prezzo per la versione “carta”: mi obbliga a passare dalla pagina “royalty payment” da cui non si esce se non compilando il paragrafo “tax”. E’ necessario avere un “EIN”?

  4. rocco says:

    Il segno “-” ha funzionato! Certo che in rete si incontrano persone preparate! Non posso che ringraziarti. In bocca al lupo anche a te! ^_^

  5. Ciao Mauro,
    grazie ai tuoi preziosi consigli ho scaricato un template tra i disponibili (5,5×8,5 inches) ed ho adattato il mio testo. Per la conversione pdf sto ultilizzando PRIMOPDF, che mi consente di impostare anche il formato personalizzato per le dimensioni di pagina. Sono perplesso sul pdf generato: i contenuti appaiono nel formato scelto ma all’interno di una pagina A4, ovvero è la stessa visualizzazione che avevo nel documento Word (anzi, peggio:l’allineamento verticale della pagina, nel template scelto è in alto cosicche il testo mi appare a filo pagina nell’estremità superiore). E’ normale?
    Grazie anticipate per la risposta che vorrai fornirmi.
    Giancarlo

  6. maurolongo says:

    Ciao Giancarlo, Non conosco primopdf e non ti so dire come funziona, però puoi fare una semplice prova: crea l’anteprima del tuo libro con createspace dal file che hai realizzato in questo modo e controlla come viene: quella sarà la tua prova incontrovertibile! Inoltre, qualora non andasse bene, puoi sempre tornare indietro e riprovare modificando le impostazioni della pagina di word invece che quelle del pdf. In quel modo non puoi sbagliare, credo… In bocca al lupo!

  7. Ciao Mauro, ho seguito il tuo consiglio, grazie.
    L’interior reviewer è effettivamente un grande strumento, ti consente proprio di sfogliare il tuo libro e vedere ciò che non và.
    Un saluto,
    Giancarlo

  8. Ciao Mauro,
    per quanto riguarda il mio testo, ho scelto i canali di vendita, il pricing e la description del testo. Stamattina ho ordinato la mia prova (cartacea) di stampa. All’interno della sezione CreateSpace “Proof your book” non trovo nulla però che mi consenta di validare la proof e metterla in vendita. Viene abilitata successivamente, una volta che la proof mi viene spedita?
    Perdonami se ti disturbo per tali quesiti.
    Grazie,
    Giancarlo

    • maurolongo says:

      Ciao Giancarlo, non mi disturbi affatto. Se ho capito bene la situazione è semplice: una volta che la prova spedita ha la tua approvazione devi sottomettere di nuovo il libro. Dovresti riuscirci andando sul tuo Member Dashboard e cliccare sul libro. Poi devi scegliere “Complete Setup”, selezionare “Change” e poi “Proceed”, poi “Submit Files for Review” e cliccare “Continue”.

      Se invece la prova non ti soddisfa, la procedura è comunque piu o meno la stessa: fai le tue modifiche e poi sottometti di nuovo il libro corretto. Se vuoi puoi chiedere a questo punto una nuova prova oppure saltare il passaggio e cliccare “Continue” pure qui…

  9. Ciao Mauro,
    dopo la richiesta di spedizione della proof non avevo la possibilità di approvare la stessa per la vendita.
    Solo quando mi hanno inviato la mail della proof shipped, ho avuto la possibilità di approvazione definitiva.
    Grazie, un saluto
    Giancarlo

  10. Ciao Mauro,
    vorrei chiederti un ultima opinione. Il mio testo tratta di modelli matematici di previsione delle vendite e ne sto ultimando la traduzione in lingua inglese. Tramite createspace ne farò una versione cartacea, e vorrei anche realizzarne un ebook in modo che sia maggiormente fruibile. Di Kindle Direct Publishing c’è chi ne parla bene e chi ne parla male. Il mio testo è ricco di formule, tabelle e grafici e vorrei essere sicuro che chiunque scarichi l’ebook non abbia problemi di visualizzazione. Stavo anche pensando di rivolgermi a createspace per la conversione: https://www.createspace.com/Services/KindleReadyFileConversion.jsp
    Tu che consiglio ti senti di darmi?
    Giancarlo

  11. maurolongo says:

    Ciao di nuovo Giancarlo. Se verifichi leggendo qualche file mobi, qualche kindle book, potrai notare che il testo appare in maniera molto semplificata e io sinceramente non ho mai visto l’uso di grafici, troppi caratteri strani e pefino formule matematiche in nessuno dei kindle book che ho letto. Forse chi parla male dei libri kindle intende questo aspetto, ovvero che non è possibile inserire elementi grafici di questo tipo.

  12. Mi documenterò meglio e valuterò le effettive possibilità di avere un buon prodotto in formato ebook.
    Grazie, un saluto,
    Giancarlo

  13. ciao MAuro scusa ma io sto pubblicando adesso il mio libro cartaceo tramite createspace sono arrivata nella pagina dove mi chiedono il code basic categories? a che codice loro si riferiscono. non ho la piu palida idea di cosa mettere. come hai fatto quando hai pubblicato il tuo libro? grazie infinite!

  14. nunpetrus says:

    anche io mi accingo a sperimentare createspace ed ho notato che diversi volumi pubblicati con createspace sono disponibili su googlebooks. è un servizio a pagamento? Perché a me piacerebbe vendere la versione cartacea e far scaricare gratuitamente il surrogato digitale dell’opera, che vorrei fosse interamente leggibile su googlebooks (ad anche scaricabile), vorrei insomma poter gestire i diritti dell’opera secondo licenza creative commons

  15. maurolongo says:

    @nunpetrus: Sì, dovrebbe essere possibile. Crei il cartaceo con createspace e contemporaneamente distribuisci la versione digitale, gratis, come meglio credi!

    @maria: ciao maria se non mi sbaglio è semplicemente la descrizione di che genere di libro sia il tuo: avventura, giallo, per ragazzi e così via…

    • Ciao MAuro sei sempre molto gentile, grazie mille! Sì è come hai detto tu, ho capito dopo e ho gia creato mio libro cartaceo. A proposito il libro che ho pubblicato è spirituale, auto-aiuto se ti può interessare potrai scaricar-lo gratis domani 3/3 grazie infinite!! maria

  16. Paolo says:

    Ciao
    Una domanda tecnica. In word ho creato il documento mettendo dei “mega-margini” superiori ed inferiori per avere un po’ di spazio bianco prima e dopo il testo. Ma niente. Il convertitore di createspace non ne vuole sapere. Non è molto bello esteticamente..

    Altra domanda. Oggi un mio conoscente ha preso 4 copie di un mio testo ed una di un altro su Amazon ma non s’è mosso nulla nei “credits” nè nel dato delle vendite (vendita x categoria). Come mai? Praticamente sono fermo al dato di ieri.

    Ultima domanda. Le royalties vengono erogate solo al raggiungimento dei 100 EUR/USD/GBP o dei 10. Non ho ben capito quando vengono erogate al raggiungimento dei dieci.
    Grazie!
    Paolo

  17. Ciao Mauro,
    anche io ti faccio i complimenti per questo blog. Mi ha dato le informazioni giuste e gli stimoli giusti per pubblicare due ebook. Adesso mi sto per cimentare nella pubblicazione della versione cartacea. A tal proposito ho alcune domande da sottoporti?
    1) Quanto ti è costato farti fare e spedire la versione di prova del libro?
    2) Dopo quanto tempo ti è arrivata la versione di prova a casa?
    3) Perchè su un prezzo di vendita del libro di 4 euro a te spettano solo 60 centesimi? Mi puoi spiegare meglio le royalties?
    4) Su un blog wordpress gratuito si possono mettere le pubblicità del programma di affiliazione di amazon o bisogna fare un account wordpress a pagamento?

    Complimenti ancora.
    Simone

    • maurolongo says:

      Ciao Simone, allora:
      1) costa pochi euro ma io non l’ho fatto. ho aspettato che il file fosse in vendita e l’ho acquistato al prezzo suo… per poi accorgermi che andava cambiato… Immagino che il prezzo sia comunque pochi euro.
      2) con le tempistiche di una spedizione dagli USA. Arriva probabilmente in 1-2 settimane.
      3) Non conosco nel dettaglio il meccanismo. A seconda di com’è fatto il libro e quante pagine ha, c’è un prezzo base che copre tutte le spese di Amazon: guadagno, stampa, invio, trasporto, tasse. Quindi, se decidi di guadagnare 1 centesimo per ogni copia venduta, il libro costerà sempre per dire 3 euro per amazon + 1 centesimo per te. Se invece vuoi guadagnare 1 euro, il libro costerà 3 euro per amazon + 1 euro per te + un altro tot (diciamo 20%) di tasse e quindi il totale sarà 4,20 euro. E così via…
      4) va benissimo anche un blog gratuito, anzi!

      • Capito.
        Grazie per avermi risposto.
        Simone

      • Mauro,
        non riesco a mettere i link del programma di affiliazione amazon all’interno degli articoli perchè wordpress quando vado a pubblicare li cancella.

        Il codice è più o meno cosi:

        Tu come fai?Io avevo letto che su un account gratuito wordpress ti impedisce di pubblicare link come questi di amazon.
        Ti risulta?

  18. maurolongo says:

    Guarda io lo faccio su questo blog, quindi si può fare 😉 Io uso però i link solo testo, gli altri non so… Devi inserirlo nel riquadro Text e non Visual.

    • Si, ho visto che con i link solo testo funziona alla grande.
      Allo stesso modo si può inserire una immagine nel blog e aggiungerle il link proposto da Amazon.
      Problema risolto.
      Grazie.

  19. Pietro says:

    Scusa Mauro, ho appena pubblicato un libro con CreateSpace ma son costretto a farne una revisione per una modifica minima ma essenziale dell’ “Interior Type”. Per realizzarla son costretto a fare una nuova edizione del libro con un nuovo ISBN, oppure posso fare (o chiedere) una “revisione”? Sai come procedere? Non vorrei assolutamente cambiare copertina e titolo…

  20. Mauro Longo says:

    Ciao Pietro, è un po’ che non ci metto più mano e forse sono rimasto indietro, ma credo che ogni modifica anche minore necessiti un nuovo file e una nuova “edizione”. Puoi però disporre che la vecchia venga ritirata e sia messa a disposizione solo la nuova!

  21. Lidia Gentile says:

    Ciao “Zio Mauro” (XD).
    Ti scrivo perché nonostante io abbia letto quasi tutti i tuoi articoli, vuoi per “tontaggine” o distrazione, non ho ancora capito una cosa: essendo un “print on demand”, le copie le devo comunque pagare prima io, oppure si pubblica gratis? Cerco di spiegarmi meglio… Se un probabile lettore acquista il libro, createspace lo stampa in quel momento evitando a noi scrittori il costo iniziale, o ci chiede a priori di stampare a costo nostro un certo numero di copie, così che siano subito disponibili quando qualcuno lo compra?
    Perdonami il mini-romanzo che ti ho scritto, ma esco da un contratto con una casa editrice che non mi ha soddisfatto per niente e mi sto informando per pubblicare da sola i volumi seguenti della mia saga 🙂
    Grazie dell’attenzione!
    P.s. anche se sono sarda, vivo a Palermo! Il tuo libro mi sembra molto interessante ^^

    • Mauro Longo says:

      Ciao Lidia: a differenza di quello di alcune discutibili case editrici tipografie italiane, il print-on-demand di amazon è un servizio onesto e trasparente. Tu non pagherai mai nulla. Quando qualcuno vuole acquistare un libro, clicca sul prodotto, Amazon fa tutto e tu guadagni la tua percentuale.

      In bocca al lupo!

      • Lidia Gentile says:

        Grazie!

      • Lidia Gentile says:

        Perdonami se ti disturbo di nuovo, ma dopo la tua risposta mi è sorta spontanea un’altra domanda. Se non ho capito male, i libri vengono stampati in America, giusto? A questo punto, se devono partire dall’America, quanto costerà a un lettore italiano farselo arrivare qui? Grazie in anticipo!

        • Mauro Longo says:

          Ciao Lidia,
          solo la prova di stampa arriva dall’America. Poi, una volta che l’hai approvata, tutti gli altri libri sono stampati e spediti nel paese dell’acquirente, o comunque senza costi di spedizione particolari (insomma secondo le regole di spedizione di amazon per qualsiasi altro libro).

  22. Connie says:

    Buon pomeriggio, spero che questo messaggio riceva risposta, anche se il post è piuttosto vecchio. Mi appresto a pubblicare con Createspace, ma c’è un dettaglio che mi sta facendo impazzire. Nel template, alla pagine dedicata al copyright, si trovano anche gli spazi dedicati ai codici ISBN a 10 e 13 cifre: bisogna apporvi i codici che Createspace darà (a chi li vorrà)? O sono riservati a chi ha già dei codici (o li compra a parte)? Non trovo risposta da nessuna parte :'(. Grazie in anticipo 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *