Supereroi e giochi di ruolo – Dalla fine degli anni ’90 ai giorni nostri!

by • 18/11/2013 • Consigli per gli acquisti, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, News, Roba mia, SaggiComments (2)2294

12 - Necessary EvilDistribuito a Lucca C&G 2013 lo speciale Almanacco di FantasyMagazine, il celebre sito dedicato al fantastico. Tra gli altri articoli, anche il mio, dedicato ai giochi di ruolo supereroistici. Eccone un terzo estratto!

Supereroi e giochi di ruolo 3 – Dalla fine degli anni ’90 ai giorni nostri!

La prima parte dell’articolo: Le Origini!

La seconda parte dell’articolo: Arrivano Marvel e DC!

La quarta parte dell’articolo: E in Italia?

9 -msh-gamebookUna ondata di riedizioni contrassegna gli ultimi anni del secolo scorso. Nel 1997, una nuova versione di Champions venne rilasciata per un sistema di gioco chiamato Fuzion e connotato da una grande semplicità. L’anno successivo fu poi DC Heroes a venire rinnovato, con un cambio di casa editrice dalla Mayfair alla Pulsar Games e una versione alternativa del regolamento chiamata Blood of Heroes. Un altro titolo sui supereroi DC apparso e poi scomparso in pochi anni fu DC Universe, un bel gioco della West End Games datato 1999, che si esaurì tuttavia molto presto per motivi puramente aziendali.

Per quanto riguarda invece l’universo Marvel, il passaggio della TSR alla Wizards of the Coast portò sempre nel 1998 al rinnovo della licenza e alla pubblicazione di Marvel Super Heroes Adventure Game, di nuovo incentrato sui personaggi della celebre casa editrice ma stavolta basato sul SAGA System e sull’uso di un mazzo di carte non collezionabili.

Nonostante Marvel Super Heroes non fosse eccezionale a livello di meccaniche e giocabilità e benché il SAGA System non sia del tutto da buttare, Marvel Super Heroes Adventure Game risulta ancora più buggato, carente e poco chiaro nelle sue regole dei suoi predecessori, tanto da essere considerato un fallimento. Anche questo gioco venne presto abbandonato.

8- Aberrant_coverTra i nuovi titoli apparsi in quegli anni, ve ne sono poi diversi finalmente dedicati a visioni più cupe e moderne. Il primo fu Aberrant della White Wolf, la casa editrice del Mondo di Tenebra e di tutte le collane collegate (Vampiri, Lupi Mannari, Maghi…). In Aberrant, una serie di nuovi mutanti chiamati Nova sviluppano poteri quantistici incontrollabili e sempre diversi, scontrandosi (nella migliore tradizione delle storie di Supereroi) tra loro, contro minacce esterne e contro i governi terrestri. Le meccaniche erano quelle del buon Storytelling System, già rodato con i titoli più celebri della White Wolf, e l’ambientazione è un futuro prossimo (in realtà sarebbe il 2008) collegato a una continuity, chiamata Aeonverse e diversa dal Mondo di Tenebra, nella quale sono invece inseriti altri titoli della White Wolf.

La natura dei poteri e delle fazioni in gioco rendono Aberrant uno dei primi titoli a permettere un gioco molto “neutrale” dove gli eroi hanno numerose sfumature psicologiche e comportamentali e agiscono all’interno di un contesto dove bene e male sono molto sfumati.

10 - godlike500x700Anche Godlike (2000) della Arc Dream Publishing esplorava le luci e le ombre dei Super, questa volta chiamati Talents e calati in un contesto da Seconda Guerra Mondiale alternativa, tornando quindi virtualmente a una Golden Age del fumetto supereroistico, ma creando al contempo un setting cupo e oscuro.

Con l’arrivo del D20 System, il sistema della Wizards of the Coast che ha fatto più o meno da Epifania (“tutti i gdr si porta via”) per molti sistemi di regole alle soglie del ventunesimo secolo, un certo numero di nuovi giochi venne a sostituire quelli che erano riusciti malamente a sopravvivere al decennio precedente.

I primi titoli a sfruttare le nuove potenzialità dell’Open Game License del d20 system furono Mutants & Masterminds e Silver Age Sentinels, entrambi del 2002.

11- MnM_CoverMentre quest’ultimo, impostato su concetti e atmosfere tradizionali, fu poco influente e uscì di scena qualche tempo dopo, Mutants & Masterminds della Green Ronin divenne ben presto il nuovo canone di riferimento per i giochi di ruolo supereroistici. Ben realizzato e ottimamente supportato, anche da altre case editrici, M&M è oggi considerato uno dei prodotti più importanti del genere, assieme alle migliori versioni di Champions e dei giochi licenziatari dei diritti Marvel e DC.

Una riedizione del 2005 e una terza versione del 2011 (più una versione DC comics dell’anno precedente) aggiornano questo titolo e lo rendono adatto anche per iniziare a giocare alle soglie del 2014.

Un altro titolo passato al d20 system un paio di anni dopo (2004) fu il cupo Aberrant, mentre il genere andava di nuovo espandendosi con titoli minori, che cercavano una nicchia di esistenza attorno all’ombra di M&M: The Authority (2004), Living Legends (2005), BASH (2005), Truth & Justice (2005), Wild Talents (2006) e Supercrew (2007).

Ultima doverosa menzione per questa categoria di giochi è Necessary Evil, il gioco dei supereroi che sfrutta il regolamento di Savage Worlds. In questo caso, dire “supereroi” è però abbastanza improprio, visto che nel gioco si vestono i panni di super-cattivi, criminali mascherati e scienziati pazzi alle prese con una terrificante minaccia aliena. Gli invasori dello spazio hanno infatti conquistato la Terra e sterminato tutti i “veri” eroi, sicché il compito di fronteggiare la minaccia dell’estinzione/schiavitù umana è affidato a quelli che fino al giorno prima erano loro stessi i nemici da affrontare. Necessary Evil (2004) sfrutta le meccaniche “fast, furious e fun” di Savage Worlds, espressamente pensate per simulare scene di azione e ritmi da fumetti, ottenendo il risultato di creare il sistema forse più adatto e dinamico di tutti quelli finora presentati (sebbene non paragonabile a quelli di Champions o Mutants & Masterminds per quantità di opzioni disponibili ai giocatori). Una riedizione del 2008 aggiorna il regolamento a Savage Worlds Deluxe, ampia la trama di fondo e si presenta con una veste grafica ancora migliore.

Continua a leggere su Effemme 8, in vendita sul Delos Store!

Pin It

Related Posts

2 Responses to Supereroi e giochi di ruolo – Dalla fine degli anni ’90 ai giorni nostri!

  1. Alon Padisha says:

    Molto interessante questa serie di articoli!
    non conoscevo molto dei giochi dei supereroi, ho giocato e arbitrato gdr di vari generi (fantasy, horror, science fiction, storico e pseudo-storico) ma mai supereroi, però sarà sicuramente un’esperienza di gioco particolare.
    Bella la variazione sul tema dei super cattivi diventati “eroi” per necessità di necessary evil, mi immagino modi di combattere sporco alla il fine giustifica i mezzi.

  2. Yaztromo says:

    Ti segnalo questo esperimento in fieri che si basa principalmente su FASERIP: http://chasingsystem.wordpress.com/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *