Uno Sguardo nel Buio – Creazione ragionata dei Personaggi

by • 23/03/2011 • Roba mia, Uno Sguardo nel BuioComments (0)1337

Dalla proposta di Ursha sulla creazione a punti dei personaggi di Uno Sguardo nel Buio (molto interessante), mi viene in mente un sistema di creazione del personaggio strategico ma alternativo a quello citato su Iho’s Chronicles.

Poichè il sistema di creazione originario prevede 1d6+7 per le 5 Qualità generali (Coraggio, Intelligenza, Fascino, Abilità e Forza) e punteggi fissi per Energia Vitale, Energia Astrale, Attacco e Parata, ritengo che sia da conservare questo schema, considerando come “variabili” solo le 5 Qualità suddette. Inoltre, poiché per ogni Qualità si lancia 1d6 e non vi è curva probabilistica sui risultati, si può utilizzare come monte di punti da distribuire il valore medio del d6 (3.5) x 5, arrotondato per difetto, senza utilizzo di “costi” diversi da 1.

Per chi non ha capito molto del mio sproloquio ecco il sistema in parole semplici:

Alla Creazione del Personaggio, Coraggio, Intelligenza, Fascino, Abilità e Forza partono da 8 Punti e si hanno 12 Punti da distribuire tra di esse. Il massimo raggiungibile per ciascuna è 13.

Pin It

Related Posts

0 Responses to Uno Sguardo nel Buio – Creazione ragionata dei Personaggi

  1. ursha says:

    Il tuo metodo è più semplice, ma il motivo per cui io avevo scelto un approccio diverso dando un peso doppio al 12 e al 13 è che il 12 sblocca le “classi di prestigio” e il 13 i bonus.
    L’ingegnere che è in me che è poco democratico ritiene che “benefit” si devono pagare
    La mia idea è che se si vogliono più abilità di classe o dei bonus aggiuntivi allora si debba sacrificare il mote da distribuire sulle caratteristiche.
    Per esperienza ho visto che altrimenti si è portati sempre a scegliere di massimizzare i punteggi.
    Chi non arriva a 12 su nessuna abilità ha quindi caratteristiche “mediamente più alte” di chi vuole specializzarsi.

  2. maurolongo says:

    l’ingegnere che è in te fa bene…
    certo che uscivano dei personaggi veramente esilaranti, quando si tiravano i dadi (il che, forse è il segreto del gioco): per esempio, Jan de Boek (“uomo d’armi, ne ha viste di tutti i colori”) ha Abilità 8, Attacco 9 e Parata 8 = un uomo inutile…
    Ancora, Aidan Dorc (“vecchio soldato, veterano di mille battaglie”) ha Abilità 9 Attacco 10, Parata 8 = l’uomo medio…
    Invece, Margareta Widukind (“donna dall’aspetto matronale, dolce e rassicurante”) ha Abilità 11 e se li mangia a tutti e due…
    Per non parlare di Jasmine Karolus, la figlia del mercante… che ha un 13 e due 12 (e un 10 e un 8)…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *