Un’umida stagione gialla – una recensione

by • 09/07/2012 • Racconti, Recensioni, Roba miaComments (0)1666

Rilasciato la settimana scorsa per il piacere di chi volesse leggerlo, Un’umida stagione gialla ha già avuto una gradita recensione. Si tratta della lettura e del commento di Gianluca Santini di “Nella mente di Redrum”, che ha inserito il racconto nel suo speciale “programma di adozioni” Adotta un eBook.

Ecco qualche estratto della recensione (anzi, dell’adozione):

Titolo: Un’umida stagione gialla

Autore: Mauro Longo

Anno: 2012

Genere: Horror, Post-apocalittico

Editore: Autoprodotto

Formato: eBook (LINK AL DOWNLOAD)

Voto: 7

Sinossi: A causa della Pandemia Gialla, la civiltà è crollata. L’apocalisse ha riconfigurato gli standard e gli obiettivi della vita umana. Il fine ultimo è la sopravvivenza, a costo di razzie, incursioni e saccheggi. Massimo vive assieme a Walter e Cristian ed è l’incaricato di compiere spedizioni per recuperare cibo e altri oggetti utili. In una di queste uscite, accompagnato da Carmilla, il cane lupo di Cristian, incontra un’altra sopravvissuta, Elettra. 

CommentiContinuano le uscite di eBook legati in qualche modo al defunto concorso “Racconti Scelti della Pandemia Gialla“. Dopo “Una lunga nottata” di Angelo Cavallaro e “Wonderwall” di Massimo Mazzoni, si affaccia sul web un altro racconto pandemico, “Un’umida stagione gialla”, scritto da Mauro Longo.
(…)

La storia si sviluppa in una città siciliana, e si sviluppa in maniera abbastanza classica, per il genere post-apocalittico. Seguiamo l’esplorazione di Massimo e Carmilla nella città, e assistiamo all’incontro con Elettra e ai conseguenti dialoghi e riflessioni sulla situazione di sopravvivenza in cui i personaggi vivono.

(…)

Continua a leggere la recensione nella mente di Redrum!

.

Leggi Un’umida stagione gialla!

Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.