Ventura o dell’Isola Misteriosa

by • 19/04/2011 • Isola Misteriosa, Roba miaComments (0)1764

Isola Misteriosa - Il Mare dei Relitti

Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni

e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita


In determinate circostanze, sconosciute ai più, i navigli che solcano i mari occidentali si possono imbattere in una rotta sconosciuta che li conduce su acque al di fuori del Mondo.

Lì, essi si trovano innanzi ad una immensa e indomabile Tempesta, che segna il confine tra realtà e leggenda. Nessuna nave è mai riuscita ad attraversare la Tempesta rimanendo integra e le acque oltre di essa sono chiamate comunemente Mare dei Relitti, perché tutte le imbarcazioni ne vengono distrutte senza possibilità di salvezza.

Alle volte, tuttavia, naufraghi fortunati o particolarmente abili si salvano dall’ira dei flutti e raggiungono le coste di un’Isola non segnata su alcuna carta. Nel corso dei millenni l’Isola Misteriosa si è così popolata di genti diverse e su di essa si sono costituite città e piccoli regni. Al contrario del Mondo esterno, in cui la storia è andata avanti, sull’Isola Misteriosa la tecnica e la scienza hanno preso altre vie e lo studio delle arti arcane e degli spiriti elementali ha creato un Reame intriso di fascino e mistero.

Mentre i Cavalieri Filosofali conducono le proprie ricerche alchemiche in competizione coi Fattucchieri e gli Stregoni della Vecchia Foresta, la potente Corporazione degli Avventurieri invia i propri membri all’esplorazione delle antiche rovine celate sull’Isola e nel cuore delle grandi caverne e gli Accademici delle scienze costruiscono fortezze meccaniche in cui portare a compimento i propri studi.

Tre le piccole isole che la circondano e gli scogli volanti che la sovrastano, navi e alianti pirata, fiere tribù di selvaggi e colorati carrozzoni di genti girovaghe contendono la propria libertà agli armigeri al soldo dei Principi delle Sette Città e ai farneticanti seguaci del Re Rosso.

Evocati dalle arti occulte dei più sapienti o nascosti agli uomini nelle loro dimore segrete, le Fate e i Folletti tessono scherzi grotteschi e macabri ai viandanti, gli Gnomi percorrono il mondo sotterraneo nei loro cunicoli, le Salamandre svelano i propri misteri con lingue di fuoco, Ondine e Arieli cercano di portare soccorso ai naufraghi e alle vittime della Tempesta, crudeli Calibani fanno scempio di chi capita loro a tiro e Automi frutto delle arti meccaniche obbediscono al volere dei propri padroni.

Nonostante alcuni custodi del sapere antico ancora ricordino il suo vero nome, dai più recenti colonizzatori l’Isola Misteriosa è chiamata Ventura, perché invero su di essa pare che possa capitare qualsiasi ventura.

In questo post si parla dell’ambientazione di alcuni racconti e di un gioco di avventura creati da me. L’indice degli articoli sull’Isola Misteriosa si trova QUI e l’indice degli articoli su Giocatori di Ventura si trova QUI.
Pin It

Related Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.