Vivi e lascia risorgere – La versione definitiva con Acheron Books!

by • 25/03/2019 • Acheron Books, Dal LibroGame al Gioco di Ruolo, Decamerone dei Morti, News, Roba miaComments (2)994

Il mio librogame Vivi e lascia risorgere in versione cartacea, riveduta, ampliata e corretta, con Acheron Books. E con un contenuto speciale all’interno! 

Certaldo, Toscana. La città è caduta e i Trapassati Redivivi hanno fatto breccia da Porta Rivellino, invadendo le vie e le piazze del borgo. Senti attorno a te le grida dei tuoi concittadini, mescolate allo strepito dei morti; ma tu sei troppo giovane per abbandonarti allo sconforto, troppo determinato per disperare.

Devi trovare le persone che ami, prenderle con te, portarle in salvo e fuggire con loro.

Non ti arrenderai. Mai.

È il momento di entrare in azione!

 

Il mio ultimo librogame: Vivi e lascia risorgere!

Vivi e lascia risorgere è un librogioco ambientato in una macabra versione del nostro medioevo, in cui i morti sono tornati a camminare tra i vivi per via del misterioso Flagello.

Per chi è un po’ esperto dei miei lavori, si tratta di un nuovo capitolo dedicato al Mondo Macabro, quella versione ucronica e fantastica dei nostri medioevo e rinascimento che rappresenta nel suo complesso oltre la metà della mia produzione narrativa e ludica: dieci pubblicazioni a sé stanti belle corpose, attorniate da innumerevoli avventure, chicche, cammei, apparizioni speciali, team-up e contributi minori. Alcuni di questi lavori sono oggi regolarmente pubblicati anche in altre lingue, un videogame ambientato nello stesso universo è in lavorazione e un fumetto analogo è in fase di progettazione…

Tutto comincia nel 2012 con il mio primo romanzo, Decameron dei Morti, continua attraverso due linee di giochi di ruolo (Ultima Forsan e Dies Irae), decine di scenari e contenuti secondari, prosegue con i librogame della serie dell’Acchiappamorti, e va verso una virtuale conclusione cronologica della timeline (per ora) con il romanzo Guiscardi senza gloria, la campagna Fuga da Old York e il librogioco Il giorno della civetta.

Vivi e lascia risorgere riunisce e offre per la prima volta in versione cartacea due contributi brevi apparsi in passato in varie versioni e rifacimenti, qui nella loro edizione ultimate probabilmente definitiva. Come direbbe Neil Gaiman, avete insomma tra le mani “la versione preferita dall’autore” delle due opere.

Si tratta in questo caso del secondo libro della collana di narrativa interattiva Zaira di Acheron Books: storie che si biforcano, romanzi a bivi e librigioco mozzafiato dove il protagonista sei TU!

Segue virtualmente l’uscita di Gremlins ad alta quota, di Mala Spina, il romanzo interattivo di cui abbiamo parlato qualche giorno fa sempre su Caponata Meccanica: un altro titolo assolutamente da non perdere per tutti gli appassionati italiani di librigioco e storie a bivi!

Vivi e lascia risorgere è un librogame ambientato esattamente negli stessi mesi del Decameron dei Morti e racconta quello che succede a Certaldo al giovane Corvaccio, due riferimenti al Boccaccio trasparenti come quelli del primo romanzo.

Il librogioco nasce originariamente come prequel giocabile del racconto che trovate subito a seguire nel volumetto, ma abbiamo deciso di mettere le due opere nell’ordine cronologico degli eventi narrati e non in quello della loro realizzazione. Con la prima versione di questo “raccontogame” ho partecipato all’edizione dei Corti di Librogame’s Land del 2016, con la finalità di testare il sistema creato da Umberto Pignatelli e me, in seguito ufficializzato come “Venture System”.

Due anni dopo, nel 2018, questo racconto giocabile viene riveduto, ampliato, modificato nel regolamento e in alcuni dettagli della trama, e digitalizzato in una versione giocabile su computer o dispositivi portatili, abbandonando quasi del tutto il Venture System.

Tale seconda versione è oggi stata ulteriormente riveduta e appianata, e riportata su carta stampata in una edizione del tutto nuova, assieme a scheda, mappa e altri elementi inediti.

La seconda parte del volumetto è invece dedicata a Ricordati che devi risorgere, una blog-tale a puntate interattiva originariamente pubblicata sul sito The Incipit nel 2013, nella quale il lettore decideva l’andamento della vicenda.

Si tratta a tutti gli effetti della seconda opera ufficiale ambientata nel Mondo Macabro dopo il Decameron dei Morti, seguita poi l’anno successivo da tutta una serie di uscite legate a Ultima Forsan, il gioco di ruolo targato Savage Worlds sviluppato da me e Giuseppe Rotondo. Gli eventi della sua trama sono contemporanei a quelli del Decameron dei Morti e il protagonista è sempre il povero Corvaccio di Vivi e lascia risorgere.

Le vicende di questa Toscana trecentesca macabra e ucronica vengono poi sviluppate ulteriormente nel manuale base del gioco di ruolo Dies Irae (regolamento Fate) e nell’avventura La Morte ti fa orrenda (regolamento Savage Worlds). Tutti i fatti legati a Ultima Forsan, compresi quelli del romanzo Guiscardi senza gloria, avvengono invece oltre un secolo e mezzo dopo le storie qui presenti e, sebbene condividano lo stesso universo alternativo, vi sono solo poche correlazioni dirette nella trama e nei personaggi principali. A voi individuarle!

Se questa mini-raccolta avrà un qualche successo, magari anche le avventure di Corvaccio e quelle degli eroi del Decameron dei Morti e Dies Irae proseguiranno, in un modo o nell’altro. Per adesso non posso fare altro che augurarvi di tutto cuore buona lettura e buon gioco!

Vivi e lascia risorgere sarà presentato a Play 2019 al Quadrilatero del Librogioco, per poi essere regolarmente messo in vendita sulle piattaforme e tramite i canali di distribuzione di Acheron Books, nonché su Amazon.it!

Compi le tue scelte e metti in gioco tutta la tua abilità, per sopravvivere ed evitare l’orda dei Trapassati Redivivi.

Non c’è tempo da perdere: vai al paragrafo 1 e comincia subito la tua avventura!

 

Pin It

Related Posts

2 Responses to Vivi e lascia risorgere – La versione definitiva con Acheron Books!

  1. Nuvole! says:

    mi fa gran piacere vedere che la saga é ancora ben viva e vegeta!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *